Home, Imperia — 22 marzo 2017 alle 17:51

IMPERIA. UN GRANDE CAPANNONE PER IL DEPOSITO E LO SMISTAMENTO MERCI A PIANI. LA RABBIA DEI RESIDENTI:”CI OPPORREMO CON TUTTE LE NOSTRE FORZE”/IL CASO

Il Comitato di quartiere di Piani si oppone con fermezza a qualsiasi variante al Piano Regolatore Generale che possa causare ulteriori danni di tipo ambientale e di sicurezza alla zona.

di Redazione

proteste_piani

A poche ore dall’inizio del Consiglio Comunale esplode il caso riguardo alla proposta di realizzare una zona di supporto logistico per il deposito e lo smistamento merci a Piani. La variante al Piano Regolatore è stata proposta da Antonio Marzo, ma ha incontrato ferma opposizione da parte del Comitato di quartiere di Piani, composto dai residenti della zona.

Il Comitato di quartiere di Piani si oppone con fermezza a qualsiasi variante al Piano Regolatore Generale che possa causare ulteriori danni di tipo ambientale e di sicurezza alla zona.

I cittadini di Piani si oppongono e si opporranno ad ogni variante al Piano Regolatore Generale che preveda un intensificarsi di attività economiche che aggiungano al degrado da anni presente ulteriori danni di tipo ambientale e di sicurezza.
Venuti a conoscenza della richiesta di variante al Piano Regolatore Generale che questa sera il Consiglio Comunale si appresta a discutere, i rappresentanti del Comitato di Quartiere, invitano i Consiglieri, a non approvare il punto 6 all’ordine del giorno per la “REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ LOGISTICA DI AUTOTRASPORTO” che dovrebbe insediarsi nel quartiere di Piani 2.

Il quartiere, non dovremmo ancora ripeterlo dopo anni, pur contando oltre un decimo degli abitanti dell’intera città è da sempre periferia senza infrastrutture e servizi per i cittadini che vi risiedono. Nulla è stato fatto in questi anni e nulla a quanto è da noi conosciuto sarà fatto. Non vogliamo però qui fare l’elenco delle richieste neanche prese in considerazione da questa e dalle Amministrazioni precedenti.

Poi che si debba trasformare terreni a vocazione agricola in industriale, quando ne esistono numerosi in diverse zone della Città già a disposizione, la dice lunga sulla considerazione che chi Amministra ha del quartiere di Piani.

Ci preme invece comunicarvi che ai cittadini non piace, per usare un eufemismo, un’altra servitù. Infatti la presenza di mezzi di trasporto privato (Camion) che viaggiano avanti e indietro dal Prino su per Via Littardi e oltre, solo per posteggiare in attesa di ripartire, ce n’è già in sovrannumero e che un’ulteriore attività di trasporto sarebbe insopportabile dal punto di vista della sicurezza nonché dell’impatto ambientale. NON FATELO! NON APPROVATE QUELLA VARIANTE!”

 
 
 
POPUPOKLANT