IL PARCHEGGIO DELLA COOP VERSO LA RIAPERTURA. ABBO:”VERRÀ GESTITO DALLA GO IMPERIA. STUDIAMO TARIFFE AGEVOLATE PER GLI AVVOCATI. I COSTI SARANNO ALTI A CAUSA DEI RISCHI DI ALLAGAMENTO”

Home Imperia

Presto sarà riaperto il parcheggio di proprietà del Comune di Imperia nel palazzo dove si trova il supermercato Coop in via XXV Aprile, da tempo chiuso per inagibilità.

parcheggio_avvocati

Presto sarà riaperto il parcheggio di proprietà del Comune di Imperia nel palazzo dove si trova il supermercato Coop in via XXV Aprile, da tempo chiuso per inagibilità. Il parcheggio sarà composto da 64 posti auto e sarà a pagamento.

Il Comune sta effettuando i lavori per procedere alla riapertura. In particolare, gli operai comunali sono intervenuti sull’impianto elettrico e prossimamente verrà ultimato l’adeguamento dell’impianto antincendio. Una volta terminati i lavori i Vigili del Fuoco effettueranno il sopralluogo necessario a verificare l’agibilità della struttura e il parcheggio verrà riaperto e dato in gestione alla Go Imperia.

Questa mattina si è tenuto un incontro in tribunale tra l’assessore ai Lavori Pubblici Guido Abbo, il presidente della Go Imperia Roberto Balbo, il presidente dell’ordine degli Avvocati Bruno Di Giovanni e l’assessore Fabrizio Risso, per studiare l’eventualità di stipulare una convenzione tra Go Imperia e l’ordine, al fine di stabilire una tariffa agevolata per gli avvocati.

“Il parcheggio riaprirà entro qualche mese – afferma l‘assessore Abbo ma ci saranno costi di gestione elevati per il Comune, in quanto non sono mai stati fatti lavori di impermeabilità e con la pioggia il parcheggio rischierà di allagarsi, sia dal basso che dal tetto. Quindi il Comune dovrà mettere in funzione le pompe per far defluire l’acqua e i costi sono elevati”.

“Abbiamo fatto questo incontro per verificare la possibilità – dichiara il presidente dell’ordine Di Giovanni – con la collaborazione del Comune di Imperia e della Coop, di avere delle tariffe agevolate per gli avvocati vista la carenza di posti auto in prossimità del tribunale”.

Segui Imperiapost anche su: