Home, Imperia — 31 marzo 2017 alle 14:03

SOPRALLUOGO DEI VERTICI RFI A IMPERIA:”NUOVA STAZIONE FINITA ENTRO GIUGNO. PRESIDIO POLIZIA DA SETTEMBRE E PARCHEGGI…”/FOTO E VIDEO

Si è tenuto questa mattina, venerdì 31 marzo, il sopralluogo dei vertici Rfi presso la stazione di Imperia.

di Gaia Ammirati

vertici_rfi

Si è tenuto questa mattina, venerdì 31 marzo, il sopralluogo dei vertici Rfi presso la stazione di Imperia, Marco Toccafondi, direttore della Direttrice Tirrenica Nord Rfi, Marco Torassa, direttore Territoriale Produzione Rfi e Calogero Di Venuta, direttore Investimenti Linea Tirrenica Nord, insieme ad alcuni rappresentanti del Comitato Utenti Trenitalia del Ponente. Lo scopo dell’incontro è stato quello di chiarire le problematiche in corso, visionare insieme la struttura ed evidenziare le maggiori criticità che presentano la stazione e la circolazione dei treni a seguito dell’inaugurazione della nuova linea ferroviaria a dicembre scorso.

I temi di maggior rilevanza che sono stati affrontati sono la questione dei parcheggi, che verranno implementati entro giugno, insieme al completamento della palazzina sull’argine sinistro, e la questione della sicurezza. Su questo tema i direttori Rfi hanno comunicato che entro giugno sarà prevista la chiusura della stazione durante la notte, a seguito dell’ultimo treno, e la riapertura al mattino con il primo treno della giornata. Inoltre, ci sarà la possibilità di avere un presidio fisso della Polfer a partire da settembre.

Nel complesso si è trattato di un confronto positivo e costruttivo per entrambe le parti, che si è concluso con l’accordo di incontrarsi nuovamente ai primi di giugno per fare il punto dell’andamento dei lavori.

MARCO TORASSA, DIRETORE TERRITORIALE PRODUZIONE RFI

“Gli interventi riguardano principalmente l‘apertura della sponda sinistra della nuova stazione, la passerella di collegamento tra la sponda sinistra e la sponda destra, l’adeguamento e l’allargamento degli attuali parcheggi a servizio della stazione. Il tutto sarà completato entro il mese di giugno.

Stiamo lavorando ad un presidio Polfer è prevista l’apertura, nell’ambito del fabbricato principale all’interno della stazione, indicativamente entro il mese di settembre.

Il sopralluogo è andato bene, abbiamo dialogato sulle cose che devono essere ancora completate nell’ambito della stazione. È sicuramente stato un incontro positivo”.

SEBASTIANO LOPES, COMITATO UTENTI TRENITALIA DEL PONENTE

“È stato un incontro estremamente positivo, abbiamo fatto chiarezza su moltissimi aspetti, a cominciare dal posteggioSarà ampliato entro giugno e darà la possibilità di evitare questi conflitti attuali con i residenti.

Si completeranno alcuni lavori importanti. Ci sarà sicuramente il posto di Polizia Ferroviaria fissa, anche se per questo i tempi non sono brevi, si parla di settembre in poi.

La stazione verrà chiusa, altro elemento molto importante per la sicurezza. Ci siamo confrontati in modo molto aperto con i responsabili e dirigenti di RFI, questo ci soddisfa.

Aspettiamo giugno per confrontarci nuovamente e arrivare alla fine di questi lavori di completamento della stazione che sono indispensabili”.

MARCO TOCCAFONDI, DIRETTORE DIRETTRICE TIRRENICA NORD RFI

“Bisogna ricordare che dallo scorso dicembre, con l’attivazione del raddoppio, sono stati velocizzati tutti i servizi a carattere regionale, nonchè è stata potenziata l’offerta proprio dei servizi regionali tra Savona e Ventimiglia.

Nei mesi di gennaio e febbraio ci sono state alcune ripercussioni sul sistema dei servizi. Una in particolare, del fatto che la linea è stata attivata con velocità di esercizio che non corrispondeva a quella di progetto, perchè comunque l’iter di verifica di autorizzazione che deve essere condotto tra il gestore infrastruttura e l’agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria ssi è un pochino prolungato.

Bisogna dire, penso lo riconoscano anche il comitato degli utenti, che dagli inizi di marzo, da quando si è aumentato il livello di velocità della nova tratta, anche queste situazione si sono progressivamente riassorbite”.

Nel corso del sopralluogo è intervenuta anche una pendolare che ha voluto esprimere la sua opinione sull’argomento direttamente ai responsabili Rfi.