Home, Speciale Festival di Sanremo — 21 febbraio 2014 alle 15:50

FESTIVAL DI SANREMO 2014 – GIULIANO PALMA: “ARRIVO A SANREMO DA ESORDIENTE ALLA VENERANDA ETA’ DI 48 ANNI”. “Viva il genere pop, ‘Così Lontano’ è struggente e funziona”

“Old Boy” è il primo disco da solista di Giuliano che dopo l’esperienza di quasi quindici anni con i The Bluebeaters, ha deciso di scrivere e cantare tutto da solo: “Era il momento di cambiare” racconta in sala stampa Lucio Dalla. Si vede che calca le scene da anni Giuliano, non si trattiene dalle foto e si regala ai giornalisti […]

di Selena Marvaldi

GIULIANO PALMA (5)

“Old Boy” è il primo disco da solista di Giuliano che dopo l’esperienza di quasi quindici anni con i The Bluebeaters, ha deciso di scrivere e cantare tutto da solo: “Era il momento di cambiare” racconta in sala stampa Lucio Dalla. Si vede che calca le scene da anni Giuliano, non si trattiene dalle foto e si regala ai giornalisti pronto a rispondere a tutte le domande

Il nuovo disco parla di me, ho scritto canzoni aiutato da amici autori come Nina Zilli, Samuel dei Subsonica, Marrakech…Si chiama Old Boy perchè arrivo a Sanremo da esordiente alla veneranda età di 48 anni, c’ero già stato come ospite due anni fa con Nina Zilli, volevo tornarci da solo. Il titolo poi in realtà è rubato da un film, anzi una trilogia di film e questo parla di un ragazzo ingabbiato. Non che io fossi incarcerato o stessi male, anzi mi ci ero messo io, mi volevo mettere in gioco ora però“.

Sono contento sia passata “Così Lontano” è struggente e può funzionare molto; anche perchè io sono figlio del pop, quindi viva questo genere che significa arrivare e far cantere dopo ascolti chi ti ha sentito“.

E del resto è vero, il ritornello di Giuliano rimane in testa e, oltra a essere già molto suonata nelle radio, canticchiarla è molto semplice: “Così lontano, come dentro una nuvola di fumo, tu sei qui più vicino di ieri mentre io guardo fuori…così lontano, come fosse uno scherzo del destino