Attualità, Cronaca, Home, Politica — 17 settembre 2013 alle 21:09

ADDIO AI LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA GOITO – Il Comune di Imperia rinuncia ai finanziamenti regionali

Addio alla riqualificazione di piazza Goito a Oneglia. Il Comune di Imperia, infatti, ha rinunciato ai finanziamenti regionali a causa della scadenza, ormai sopravvenuta, dei termini per la realizzazione dei lavori. L’intervento, presentato dal Comune di Imperia in collaborazione con il Civ NuovOneglia e approvato nell’aprile del 2010 dall’allora giunta comunale presieduta dal Sindaco Luigi Sappa, prevedeva una spesa pari […]

di Gabriele Piccardo

Piazza GoitoAddio alla riqualificazione di piazza Goito a Oneglia. Il Comune di Imperia, infatti, ha rinunciato ai finanziamenti regionali a causa della scadenza, ormai sopravvenuta, dei termini per la realizzazione dei lavori. L’intervento, presentato dal Comune di Imperia in collaborazione con il Civ NuovOneglia e approvato nell’aprile del 2010 dall’allora giunta comunale presieduta dal Sindaco Luigi Sappa, prevedeva una spesa pari a 223.611,36 euro. Il Comune di Imperia si era impegnato a co-finanziare la quota di spesa non sostenuta da contributi regionali (70% per un massimo di 150 mila euro). Nel dettaglio, i contributi concessi dalla Filse (Finanziaria Ligure per lo sviluppo economico) erano pari a 80.871,58 euro a favore del Comune (con un successivo incremento, per rinuncia di altri enti, di 69 mila euro) e pari a 76.719,89 euro a favore del CIV. Il termine ultimo per la conclusione dei lavori, da effettuare congiuntamente, era stato fissato al 20 aprile 2013.

Il Comune di Imperia, con una recente delibera di Giunta, su proposta del vice Sindaco Giuseppe Zagarella , ha però rinunciato ai contributi. Nella relativa delibera si legge che
- “verificato che non si è mai proceduto al co-finanziamento di competenza, e quindi all’esecuzione dei lavori, su indicazione dell’Amministrazione Comunale che non riteneva, in allora (in carica il Commissario Straordinario Sabatino Marchione, ndr) la realizzazione dell’opera in questione una delle priorità finanziabili con le risorse economiche assegnate al Settore Lavori Pubblici”.
- “Vista la nota dell’agosto 2013 con la quale la FILSE chiede a questa Amministrazione Comunale, entro il termine di 15 giorni dal ricevimento (avvenuto in data 29/08/2013) chiarimenti sullo stato di attuazione degli interventi presentati dal Comune di Imperia”
- “Accertato che, ad oggi, l’Amministrazione Comunale non può che prendere atto dell’improcedibilità dell’iniziativa, essendo ormai ampiamente decorsi i termini di realizzazione degli investimenti”.
- “Delibera di rinunciare al contributo assegnato al Comune di Imperia”.

“Il Comune di Imperia – spiega Zagarella a Imperia Post – aveva approvato il progetto nel 2010, impegnandosi a cofinanziare l’opera. Nel 2011 è stata accolta la richiesta di finanziamento. Nel giugno del 2012 il finanziamento è ulteriormente aumentato a causa della rinuncia di altri enti, ma l’allora Commissario Straordinario ha deciso di non inserire l’intervento tra quelli strategici. In quanto i lavori non sono mai iniziati, abbiamo rinunciato. La riteniamo una scelta corretta sia nei confronti degli altri enti che magari oggi aspettano che si liberino risorse finanziarie, sia nei confronti dell’ente erogante. Abbiamo rinunciato anche per non incorrere in procedure sanzionatorie legate alla revoca dei finanziamenti”.

Mattia Mangraviti