Home, Lettere al Direttore — 22 febbraio 2014 alle 14:17

RIFIUTI E BRETELLA IN VIA SANTA LUCIA E VIA DIANO CALDERINA. I DUBBI DI UN NOSTRO LETTORE: “C’è il rischio di ingorghi non indifferenti”

“Ho inviato foto con immondizia accatastata da tre giorni. Questa mattina è passato un camion della Tra.de.co insieme ad un ape d’appoggio e hanno ritirato l’immondizia. Devo dire che uno dei bidoni verdi dell’indifferenziata era rovesciato come potete verificare dalla foto e così è rimasto e quindi c’è il rischio che a breve i bidoni si riempiranno di nuovo perché […]

di Redazione

000000001

“Ho inviato foto con immondizia accatastata da tre giorni. Questa mattina è passato un camion della Tra.de.co insieme ad un ape d’appoggio e hanno ritirato l’immondizia. Devo dire che uno dei bidoni verdi dell’indifferenziata era rovesciato come potete verificare dalla foto e così è rimasto e quindi c’è il rischio che a breve i bidoni si riempiranno di nuovo perché divere persone si sono tenute in casa l’immondizia per non causare ulteriore ingombro.

Ho poi scoperto grazie al vostro sito che mentre la via era sommersa di immondizia, nella vicina Via Santa Lucia la giunta era impegnata a spiegare alla cittadinanza le scelta del senso unico e l’idea di realizzare una bretella che unirebbe Santa Lucia e Via Diano Calderina.

La bretella passerebbe molto probabilmente nel parco creato con gli oneri di urbanizzazione dell’area ex Niggi intervenendo su una delle poche aree verdi rimaste nella zona. Da aggiungere che la strada passa sopra il rio santa Lucia e congestionandola di traffico evidentemente creerebbe maggiori rischi di cedimento per terminare con il fatto che la fine di Via Diano Calderina è una strettoia e quindi c’è il rischio che in fondo alla via nelle ore di punte si creerebbero degli ingorghi non indifferenti.

Mi sembra che nessuno al momento prenda il considerazione i difetti di tale proposta ma solo i pregi, che comprendo, per gli abitanti di Via Santa Lucia”.