Attualità, Cronaca, Home, Politica — 30 settembre 2013 alle 10:48

BLITZ DELLA MUNICIPALE IN VIA SANTA LUCIA – COMMINATE UNA DECINA DI MULTE, CONTINUA LA PROTESTA DEI RESIDENTI

Il senso unico di via Santa Lucia inizia a dare i suoi frutti. Non si tratta della comodità o della maggiore sicurezza per i residenti e per gli studenti che continuano ad imboccare la strada in controsenso ma di un beneficio per le casse del Comune. Questa mattina, infatti, una pattuglia della Polizia Municipale, con tanto di comandante al seguito, […]

di Gabriele Piccardo

image
Il senso unico di via Santa Lucia inizia a dare i suoi frutti. Non si tratta della comodità o della maggiore sicurezza per i residenti e per gli studenti che continuano ad imboccare la strada in controsenso ma di un beneficio per le casse del Comune. Questa mattina, infatti, una pattuglia della Polizia Municipale, con tanto di comandante al seguito, ha staccato una decina di multe, da 84 euro l’una, per divieto di sosta. Le multe sono state fatte alle auto che erano posizionate sul “marciapiede morto” che finisce in mezzo alla strada senza alcun attraversamento pedonale. Altri agenti, poi, si sono recati sul posto per misurare ulteriormente la larghezza della carreggiata. Al vaglio del comandante Bergaminelli il numero di parcheggi che potrebbero venire meno nel caso di ripristino del doppio senso di marcia. Nel frattempo il malumore e le proteste non sembrano placarsi. Già un migliaio di firme sarebbero state raccolte tra i residenti, gli studenti dell’Itis e i frequentatori della società operaia e del centro culturale islamico.

Sul posto anche Nicola Vatteone, portavoce del comitato della via, che ha lamentato il mancato confronto con il sindaoc e si è detto disponibile a rinunciare ai 15 posti auto situati sotto l’Itis a fronte del ripristino del doppio senso di marcia. Ma Vatteone fa anche delle proposte: riapertura della galleria per parcheggiare le auto al suo interno, la creazione di una bretella che colleghi la via passando sopra il torrente Santa Lucia. A prescindere della bontà o meno della decisione del sindaco le immagini dei marciapiedi che vi proponiamo dovrebbero fare riflettere sulle priorità della via.

Cosa serve avere i marciapiedi sgombri se gli stessi sono una trappola per i pedoni?
image

image

image

image

image

image

image

image

image

image