Home, Politica — 26 febbraio 2014 alle 21:32

CASO TRA.DE.CO. CONFERENZA DEI SINDACI CON TROPPE ASSENZE. CAPACCI POLEMICO

“Forse per alcuni il problema non è importante. Abbiamo deciso
che ci sarà un solo durc che sarà richiesto dal Comune di Imperia”

di Mattia Mangraviti

image

Si è tenuta questa mattina in Comune a Imperia la conferenza dei Sindaci sul caso Tra.De.Co. Presenti solo 14 Sindaci sui 35 del comprensorio imperiese. “Evidentemente non è un problema così importante” dichiara infastidito il Sindaco di Imperia Carlo Capacci – Lo sciopero dei dipendenti Tra.De.Co.? No comment“.
Ogni Comune ha illustrato le problematiche riscontrate nel proprio territorio di competenza – ha proseguito Capacci – I problemi sono più o meno sempre gli stessi e convergono tutti nel ritardo nella messa a regime del servizio. Dal canto suo la Tra.De.Co. ha fatto presente che la stazione appaltante, ovvero il Comune di Imperia, è inadempiente perché sono attivi solo due punti di raccolta su cinque e questo non permette di organizzare al meglio il servizio di raccolta rifiuti. Ha inoltre segnalato altre problematiche, ad esempio la necessità di utilizzare mezzi piccoli per esercitare il servizio in alcune zone a causa delle strade strette, il che comporta una capacità di raccolta rifiuti decisamente inferiore e un allungamento dei tempi. Ci sono poi problemi di installazione dei cassonetti“.

Per quanto concerne il durc – ha continuato Capacci .- tutto dovrebbe sistemarsi tra domani e dopodomani. A quel punto il Comune potrà pagare la Tra.de.co. che, a sua volta, potrà pagare i dipendenti. Inoltre, per evitare ulteriori problemi in futuro in merito alla validità del durc, si è deciso oggi che sarà il Comune capofila, ovvero il Comune di Imperia, a richiedere il durc che verrà poi trasmesso a tutti i Comuni del comprensorio. In pratica ci sarà un solo durc e non più 35“.

In ultimo – ha concluso Capacci – sono stati definiti i tavoli tecnici, dividendo il comprensorio in 4 ambiti, Imperia, Dianese, Valle Arroscia e Valle Impero, ognuno dei quali esprimerà un rappresentante tecnico e uno politico, che avranno un rapporto costante con la Tra.de.co. e con il dec, presentando le problematiche del proprio territorio. A riguardo, abbiamo deciso che ci saranno conferenze dei Sindaci ogni 15 giorni sino a che il servizio di raccolta rifiuti non sarà a regime“.