Attualità, Home — 28 febbraio 2014 alle 11:55

CONSIGLIO PROVINCIALE – APPROVATI ALL’UNANIMITA’ 329.000 EURO PER I LAVORI POST ALLUVIONE

Tutti d’accordo anche sugli ordini del giorno relativi ai parcheggi interni dell’ospedale di Imperia e alla necessità di salvaguardare il comparto della formazione professionale

di Selena Marvaldi

consiglio provincialeImperia – Approvazioni quasi tutte all’unanimità ieri sera nella riunione del Consiglio provinciale, apertasi con un minuto di silenzio per ricordare la scomparsa del papà del consigliere Gianstefano Orengo e con il ringraziamento da parte del presidente Luigi Sappa nei confronti del dirigente e segretario Benedetto Adolfo, ormai prossimo alla pensione, e che da lunedì nelle funzioni di segretario sarà sostituito da Concetta Tortorici, di Messina.

La seduta inizialmente ha trattato gli ordini del giorno presentati dai consiglieri Eliano Brizio (Lega) e Nicolino Del Sole (I Sanremesi), entrambi approvati all’unanimità. Nel primo, presentato da Brizio, si è sottolineata l’esigenza che la Provincia vagli con attenzione i lavori per i parcheggi interni all’ospedale di Imperia dati in comodato d’suo gratuito dall’Asl a una cooperativa sociale (nel documento Brizio accenna al fatto che varie opere sono state eseguite in zona di rischio idrogeologico senza l’autorizzazione della Provincia). Il Presidente Sappa ha risposto che la pratica sara’ sottoposta all’attenzione dell’Asl e degli uffici competenti della Provincia.

Nel secondo ordine del giorno, presentato da Nicolino Del Sole, si chiede all’Amministrazione provinciale di adoperarsi urgentemente per salvaguardare i posti di lavoro e le attività degli enti di formazione professionale. Sulla questione è intervenuto l’assessore Antonio Parolini, che ha ricordato i recenti incontri con l’assessore regionale competente Pippo Rossetti, durante i quali la Provincia ha ricevuto adeguate assicurazioni sull’arrivo dei finanziamenti necessari. L’assessore Parolini ha anche ricordato l’impegno che la Provincia profonde nel settore della formazione professionale, impiegando da anni risorse proprie per una funzione delegata dalla Regione.

La discussione si è poi incentrata sull’interrogazione presentata dai consigliere di minoranza del Pd sulla necessità di interventi di manutenzione straordinaria degli edifici scolastici di alcuni istituti delle medie superiori (Istituto tecnico Montale di Bordighera, Istituti tecnico “Fermi”-“Marco Polo” di Ventimiglia, Liceo “Aprosio” di Ventimiglia). Il presidente Luigi Sappa ha risposto nel dettaglio spiegando come la Provincia stia affrontando con l’affidamento di lavori di somma urgenza i necessari interventi di impermeabilizzazione all’Istituto Montale, e come le problematiche dell’Istituto Fermi-Marco Polo comportino spese per almeno 70 mila euro (per impedire infiltrazioni dalla copertura in lamiera dell’edificio principale), spese che però in proiezione futura potrebbero aumentare a causa del materiale prefabbricato dell’edificio. Per questo motivo il presidente Sappa ha auspicato il possibile accorpamento in un unico plesso, che potrebbe ospitare tutte le classi, ipotizzando che nell’edificio principale possano rimanere solo gli uffici di presidenza e di segreteria. Per quanto riguarda il Liceo Aprosio di Ventimiglia il presidente Sappa ha sottolineato che, in attesa di disporre dei fondi sufficienti per effettuare tutti i lavori necessari, è previsto l’allestimento di una scala di sicurezza esterna e che è stato predisposto un progetto preliminare per la realizzazione di una piattaforma elevatrice che consenta la piena accessibilità a tutti i piani per i disabili. Il presidente Sappa ha anche auspicato sopralluoghi dei presidenti delle commissioni provinciali assieme ai sindaci e agli amministratori locali, per verificare i problemi in cui versano gli edifici delle scuole, e per poter così predisporre un dossier da inviare al Governo. Sappa ha anche ribadito come tale azione sia necessaria per essere pronti a chiedere gli opportuni finanziamenti, prima che la competenza possa passare ai Comuni, con tutte le prevedibili conseguenze che ne deriverebbero.

La riunione è proseguita con l’approvazione all’unanimità del riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio per somme urgenze dovute da interventi post-alluvione per un importo di 329 mila euro. La pratica è stata illustrata dall’assessore Antonio Parolini. Durante la discussione il consigliere Gianstefano Orengo (Uniti) ha sottolineato come i danni spesso siano provocati dalla non corretta regimentazione delle acque, e per questo motivo ha proposto di dirottare gli introiti derivanti dai canoni demaniali alla pulizia dei tombini e delle cunette. In chiusura di seduta approvazione a stragrande maggioranza (si sono astenuti i consiglieri di minoranza Roberto Ormea e Paolo Balloni) su un’integrazione del Regolamento per il risarcimento e la prevenzione dei danni arrecati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole.

 

 

 

 
 
 
FR_vetrine_3