Golfo Dianese, Home — 28 febbraio 2014 alle 14:00

DIANO MARINA – CASO SPIAGGE. INDAGATI IL SINDACO GIACOMO CHIAPPORI E IL VICE ZA GARIBALDI

Il primo cittadino, assieme al suo vice Cristiano Za Garibaldi, indagati
dalla Procura della Repubblica con l’accusa di abuso d’ufficio.

di Gabriele Piccardo
Il sindaco Giacomo Chiappori e il vice Cristiano Za Garibaldi

Il sindaco Giacomo Chiappori e il vice Cristiano Za Garibaldi

DIANO MARINA – Nuovo avviso di garanzia per il sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori. Il primo cittadino, assieme al suo vice Cristiano Za Garibaldi, risultano indagati dalla Procura della Repubblica di Imperia con l’accusa di abuso d’ufficio. Nel mirino del Sostituto Procuratore Alessandro Bogliolo le ordinanze 2012/2013 che hanno prorogato il termine ultimo dello smontaggio degli stabilimenti balneari: dal 30 settembre (con un mese di proroga “naturale”) al 31 dicembre. 

Con l’ordinanza n. 156 del 25.9.2012 il sindaco Giacomo Chiappori aveva, appunto,  prorogato sino al 31.12.2012 i termini per lo smontaggio a seguito della richiesta da parte della Confcommercio dianese. “Tenuto anche conto delle favorevoli condizioni meteo dei mesi autunnali - motivò il sindaco – durante i quali sono previste belle giornate con temperature miti, ideali per una esposizione al sole autunnale con conseguente difficoltà di smontaggio delle strutture di cui in oggetto”.

La proroga in questione è stata adottata già dalla precedente amministrazione Basso e normalmente veniva ulteriormente prorogata sino alla fine di marzo così da permettere agli stabilimenti di non dover effettuare completamente lo smontaggio senza incorrere in sanzioni. La Procura, però, ha ritenuto che tale proroga fosse illegittima iscrivendo il sindaco e il suo vice nel registro degli indagati.