Golfo Dianese, Home — 27 giugno 2017 alle 18:12

DIANO MARINA. NUOVA STAZIONE “FANTASMA” NELLE CARTINE DISTRIBUITE DALL’UFFICIO TURISMO. BASSO REPLICA A PILATI:”CREDO DI AVER FATTO MOLTO DI PIÙ DI QUANTO HA FATTO LEI”

L’ex Sindaco di Diano Marina, oggi consigliere comunale del gruppo Diano Riparte, Angelo Basso, replica alle accuse del presidente degli albergatori dianesi, Americo Pilati, in merito all’errore sulle cartine di Diano Marina

di Redazione

collage_basso_afedrbal

“Il caldo a volte gioca brutti scherzi. Il presidente degli albergatori Americo Pilati se ne esce con una sparata dai contenuti davvero fuori luogo, accusandomi di far polemica contro di lui facendo anche battute di dubbio gusto - L’ex Sindaco di Diano Marina, oggi consigliere comunale del gruppo Diano Riparte, Angelo Basso, replica alle accuse del presidente degli albergatori dianesi, Americo Pilati, in merito all’errore sulle cartine di Diano Marina.

“Secondo lui non avrei dovuto dire che le cartine stradali di Diano Marina sono state sbagliate? Beh, mi sembra una politica dello struzzo. Considerato che per consentire la distribuzione di tali depliant presso l’ufficio Iat il Comune si è accollato la spesa di 42 mila euro, come consigliere di opposizione ho semplicemente fatto il mio dovere.

Se poi vogliamo parlare di impegni per la città personalmente credo di aver fatto con la mia squadra per Diano Marina molto di più di quanto fatto da Pilati ed altri. Forse ci si è scordati che fu la mia amministrazione a creare l’isola pedonale di cui tutti oggi sono fieri.

E chi ha promosso la GM con i suoi prestigiosi stabilimenti, bar ristoranti, solarium, sala da ballo, la bella strada che costeggia il molo delle tartarughe sino ai giardini anch’essi di nostra creazione? Chi ha creato il nuovo museo, la sala mostre, la pinacoteca comunale? Chi ha messo in sicurezza il rio Varcavello? Chi ha creato il Palazzetto dello sport, il bellissimo libro su Diano Marina in italiano, inglese e tedesco? E l’ala nuova del cimitero e il parcheggio all’ingresso? Chi ha fatto in modo che il Centro Anziani Ada Garibaldi funzionasse? E l’area giochi per i diversamente abili di via Campodonico? E Via Petrarca, via Santa Caterina, via Lombardi Rossignoli, via Marsala? E gli interventi nelle frazioni? E gli spogliatoi al campo sportivo, E l’ascensore nella scuole? E l’apertura delle farmacie ai due lati della città? E l’aria condizionata negli uffici comunali? Si è vero avrei potuto fare di più, se solo fossi riuscito a realizzare alcuni progetti che invece sono stati bloccati da burocrazie varie.

Pilati deve avere una distorsione visiva, se di me vede solo le passeggiate. In una cosa però concordo con lui: negli ultimi sei anni (nei quali io sono stato in consiglio solo due) sono state fatte tante parole, ma di positivo si è concluso davvero ben poco”