Home, Politica — 1 marzo 2014 alle 16:35

PRESUNTE MINACCE AL COMMERCIANTE. ZAGARELLA:
“FALSITÀ. DENUNCERÒ MAISANO PER DIFFAMAZIONE”

Arriva, durissima, la replica del vicesindaco Zagarella alla lettera inviata al nostro giornale dal titolare della gelateria “Pinotto” Paolo Maisano, nella quale il commerciante denuncia presunti atteggiamenti minacciosi

di Redazione
Il vice sindaco Giuseppe Zagarella

Il vice sindaco Giuseppe Zagarella

Arriva, durissima, la replica del vicesindaco Giuseppe Zagarella alla lettera inviata al nostro giornale dal titolare della gelateria “Pinotto” Paolo Maisano, nella quale il commerciante denuncia presunti atteggiamenti minacciosi da parte del politico imperiese in riferimento ai lavori di riqualificazione di Borgo Marina.

Leggo con stupore e amarezza l’articolo di Imperiapost relativo alla lettera del signor Paolo Maisano che contesto integralmente e per la quale presenterò denuncia querela per diffamazione a mezzo stampa con l’aggravante della diffusione a mezzo internet. L’infondatezza delle dichiarazioni rese e l’insussistenza delle minacce riferite dal signor Maisano non possono, in alcun modo, denigrare l’onorabilità mia personale e quella del Comune di Imperia che rappresento in qualità di Vice Sindaco e di Assessore ai Lavori Pubblici.

Dall’insediamento l’Amministrazione si sta prodigando per la riqualificazione di importanti porzioni di città (Borgo Foce, Borgo Marina, Borgo Parasio, ecc.) nell’interesse di tutta la comunità e in particolare dei residenti e dei commercianti. Tali attività vengono svolte con la profusione del massimo impegno nostro e degli uffici volta a risolvere ogni problema e ad attenuare ogni disagio derivante dall’esecuzione dei lavori peraltro non più differibili. Il rapporto diretto e paritetico tra cittadini e Amministrazione mi (e ci) vede costantemente presenti e disponibili nei confronti di chiunque, tanto da coinvolgere, oltre alle associazioni di categoria, i singoli commercianti in assoluta trasparenza sino al rilascio dei diretti recapiti telefonici personali. Le false affermazioni rese dal signor Maisano minano la concreta possibilità, per Imperia e i suoi cittadini, di veder riqualificate, in tempi brevissimi, aree della Città che non potranno che apportare, rinnovate, beneficio e sviluppo proprio, tra i primi, a quelle categorie di commercianti a cui appartiene il signor Maisano”.