Attualità, Consigli comunali, Cronaca, Home, Politica — 19 settembre 2013 alle 23:28

CONSIGLIO COMUNALE: Grosso, Servalli e Fossati si scagliano contro la Tra.De.Co.SPA: “Inaccettabile che una ditta sui giornali faccia propaganda contro la città di Imperia”

Disappunto nel corso del Consiglio Comunale nei confronti della Tra.De.Co da  parte dei consiglieri Servalli, Fossati e Grosso durante la discussione a proposito della variante al Piano Regolatore Generale volto all’introduzione in via Acquarone finalizzata alla realizzazione dell’Isola Ecologica. “Chiedo al Sindaco un intervento per la Tra.De.Co che sta avendo un atteggiamento poco rispettoso nei confronti della città e dei cittadini […]

di Gabriele Piccardo

IMG_7874_1024x683Disappunto nel corso del Consiglio Comunale nei confronti della Tra.De.Co da  parte dei consiglieri Servalli, Fossati e Grosso durante la discussione a proposito della variante al Piano Regolatore Generale volto all’introduzione in via Acquarone finalizzata alla realizzazione dell’Isola Ecologica.

“Chiedo al Sindaco un intervento per la Tra.De.Co che sta avendo un atteggiamento poco rispettoso nei confronti della città e dei cittadini – dichiara Fossati, Imperia Riparte – Hanno fatto un comunicato stampa sollevando dei dubbi sulle destinazioni urbanistiche. Loro sono qui per gestire un servizio le destinazioni urbanistiche le decide il Sindaco”.

Stesso accanimento anche da parte di Mauro Servalli, Imperia Bene Comune: “Negli ultimi mesi stiamo assistendo a dichiarazioni continue da parte dell’assessore Podestà, ma anche di esponenti della Tra.De.Co, che ribadiscono il fatto che Imperia è una città sporca e invivibile perchè i cittadini sono diventati maleducati. Siamo consci che l’educazione ambientale sia fondamentale per arrivare a certi standard di raccolta differenziata, ma basta parlare male dei cittadini visto che  sia il comune che l’azienda sono tardivi nel servizio. Ovvio che succedono poi certe cose; c’è un numero verde, ma non è sostitutivo all’isola ecologica”

Prosegue sulla stessa linea, concludendo, anche il consigliere Grosso, Imperia Bene Comune: “Mi associo a Fossati è inaccettabile che una ditta sui giornali faccia propaganda contro la città di Imperia, sicuro ci sono delle problematiche ma ce le gestiamo noi, non la ditta”.

Unica voce fuori dal coro quella del capogruppo del Pd Giorgio Montanari che invece calma gli animi e cerca di spezzare una lancia a favore della ditta sostenendo di aver avuto, in prima persona, buoni risultati nella raccolta porta a porta.

La pratica è stata comunque approvata dalla maggior parte dei consiglieri con astenuti i membri del Pdl, Imperia Riparte e Movimento 5 Stelle.

Selena Marvaldi