Attualità, Cronaca, Home — 2 ottobre 2013 alle 14:56

IL PREFETTO FIAMMA SPENA INCONTRA I LAVORATORI DELLA COOPERATIVA OTTAGONO IN PRESIDIO DAVANTI AL COMUNE

Dopo ore di presidio davanti al Comune di Imperia, sei dei dodici lavoratori della cooperativa Ottagono che lamentano la mancata assunzione da parte della Tra.De.Co. SPA sono stati ricevuti dal Prefetto Fiamma Spena. La richiesta dei manifestanti infatti era quella di avere un incontro con il Prefetto per trovare un percorso progettuale che permetta ai lavoratori di riprendere le loro […]

di Gabriele Piccardo

incontro ottagono spena
Dopo ore di presidio davanti al Comune di Imperia, sei dei dodici lavoratori della cooperativa Ottagono che lamentano la mancata assunzione da parte della Tra.De.Co. SPA sono stati ricevuti dal Prefetto Fiamma Spena. La richiesta dei manifestanti infatti era quella di avere un incontro con il Prefetto per trovare un percorso progettuale che permetta ai lavoratori di riprendere le loro normali attività. Dopo un rapido confronto con l’assessore all’ambiente Nicola Podestà in cui si è discusso della possibilità di un finanziamento regionale a favore dei comuni che erogano servizi in modo associato, una rappresentanza dei manifestanti si è spostata dunque in Prefettura.

“Non si è trattato di un tavolo vero e proprio ma di un confronto con questi lavoratori che presidiano il Comune di Imperia – ha commentato ad ImperiaPost il Prefetto Fiamma Spena che prosegue – parlerò con l’assessore Podestà e valuterò il da farsi”.

I lavoratori al termine dell’incontro hanno detto:”Il Prefetto si è presa l’impegno di cercare di muovere qualcosa contattando l’assessore Podestà e le altre parti in causa. Siamo già andati dal Questore ad esporre la problematica e ieri in Comune ad Imperia ma in quasi quattro mesi nessuno ha saputo spiegarci, nemmeno i sindacati, perché non siamo stati assorbiti dalla Tra.De.Co. come gli altri.
Qualcuno ha sbagliato in consiglio comunale, noi dobbiamo lavorare se no non campiamo, è da giugno che non abbiamo lo stipendio. Si parlava di tutti i contratti in essere nel capitolato di appalto anche quelli dell’Ottagono dunque.
Ricorso al Tar? Faremo anche quello se non abbiamo risposte entro venerdì.

Abbiamo dei contratti di lavoro che ci permetterebbe di percepire una disoccupazione ridicola, noi vogliamo tornare a lavorare. Il Comune di Imperia ha detto no ai voucher perché la spesa andrebbe ad incidere sul costo del personale e ciò non è possibile. La Legge 381, un progetto concesso alle cooperative, viene applicata altrove ma ad Imperia ci dicono che non è possibile. La normativa non è stata rispettata, faremo le denunce e le azioni legali con le associazioni sindacali.
Fino a venerdì rimane il presidio dalle 7 alle 2 davanti al Comune di Imperia poi vedremo cosa uscirà dall’incontro in programma quel giorno”.

Selena Marvaldi