Home, Imperia, Politica — 8 agosto 2017 alle 12:27

IMPERIA. MIGRANTI, IL COMUNE CONFERMA L’ADESIONE AL PROGETTO SPRAR. CASANO (FDI):”PORTERÀ AD UN ULTERIORE AUMENTO DI CLANDESTINI NEL NOSTRO TERRITORIO”

Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia ribadisce la netta contrarietà alla adesione allo SPRAR (Sistema protezione richiedenti asilo e rifugiati) del Comune di Imperia

di Redazione

collage_casano_sprar_2

Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia ribadisce la netta contrarietà alla adesione allo SPRAR (Sistema protezione richiedenti asilo e rifugiati) del Comune di Imperia.

Alessandro Casano: “Non è superfluo ricordare che fui l’unico a presentare una mozione contro la prima adesione al progetto SPRAR ( per circa 600mila euro), mozione che fu naturalmente respinta ricevendo due soli voti favorevoli: il mio è quello di IR.”

“Questa ulteriore adesione allo SPRAR, di cui si è dichiarata orgogliosa l’assessore Chiarini, dimostra una chiara egemonia del Pd nel governo di questa città e porterà ad un ulteriore aumento del numero di clandestini nel nostro territorio. Tutto questo proprio mentre molti Comuni italiani decidono di uscire dallo Sprar per i problemi legati al numero intollerabile di immigrati presenti nelle nostre città, lasciando ai Prefetti il compito di organizzare l’invasione del nostro Paese.

Lo Sprar rappresenta di fatto un modo per rendere i Comuni complici di un vergognoso giro di affari legato alla macchina dell’accoglienza e allo “scafismo di Stato” voluti da Renzi e Alfano.

Certo alla luce dei grossi interessi economici del mondo delle cooperative che fanno riferimento al centrosinistra, non stupisce che in questa Città lasciata allo sbando, l’unica cosa a funzionare sia proprio l’accoglienza. La sgangherata amministrazione di questa Città rispecchia in pieno le alleanze romane che sono alla base della scellerata politica sull’immigrazione, responsabile di un crescente fenomeno di ingiustizia sociale.

Si rassegnino quindi gli Imperiesi a vedere sempre più giovanotti pseudo -profughi ospitati in appartamenti con tutti i comfort e vista mare mentre della povertà dilagante e della vera emergenza del disagio sociale tra i cittadini italiani non si preoccupa nessuno”.

 
 
 
FR_vetrine_3