Home, Imperia — 6 marzo 2014 alle 17:36

LA RABBIA DELLA MOGLIE DI UN OPERAIO TRADECO: “NON SAPPIAMO PIÙ COME FARE DA MANGIARE”

Anche questa mattina, così come ieri, anche le mogli dei dipendenti della Tra.De.Co.
hanno manifestato di fronte al Comune di Imperia per il mancato pagamento degli stipendi

di Gabriele Piccardo

1969973_370030469802974_1703885290_o

Anche questa mattina, così come ieri, anche le mogli dei dipendenti della Tra.De.Co. hanno manifestato di fronte al Comune di Imperia per il mancato pagamento degli stipendi. Una di loro si è sfogata ai microfoni di ImperiaPost.

“Non se ne può più, perché ogni mese noi dobbiamo pagare le nostre bollette, i nostri affitti, i mutui. Io sono oggi qui in rappresentanza di altre mogli. Non ce la facciamo più, non sappiamo più come fare da mangiare. Tutte le notti mio marito fa dall’una in poi eppure è da due mesi che siamo senza stipendio. non c’è più una certezza, non entra niente in casa. C’è chi si deve appoggiare sui genitori, altre mogli non sanno più come fare da mangiare, mariti che non sanno più come venire a lavorare. Noi abbiamo l’assicurazione da pagare entro tre giorni, abbiamo tante spese, non ce la facciamo più. Abbiamo un figlio, come tanti altri”.

“Ho già espresso al Sindaco quello che penso. Faccia qualunque cosa, piuttosto mandi via questa azienda, che non era neanche da far entrare. Mio marito con l’Ecoimperia c’è stato 11 anni, non hanno mai sgarrato di un giorni, abbiamo sempre avuto la certezza. Abbiamo fatto passi importanti, come comperare una casa, siamo sempre riusciti a fare tutto. Ora siamo chiamati in giro perché non riusciamo più a rispettare le date dei pagamenti, però se non mi entrano i soldi io non posso pagare il mutuo ne le spese mediche. Che il Sindaco si metta una mano sulla coscienza e ci aiuti a risolvere il problema. Siamo 150 famiglie, di cui un’ottantina monoreddito”.