Attualità, Home — 13 settembre 2017 alle 12:09

IMPERIA. VILLA GROCK IN UN ARTICOLO DEL QUOTIDIANO FRANCESE “LE FIGARO”. BERRINO:”ONORATI DELL’ATTENZIONE, FIORE ALL’OCCHIELLO DELLA RIVIERA”

Così commenta con soddisfazione l’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino l’uscita di venerdì 9 settembre del servizio dedicato a Villa Grock su ‘Le Figaro’ dal titolo ‘Le paradis secret du roi des clowns’

di Redazione

collage_jardinovillagrock_francia

“In questi giorni, ‘Le Figaro’, uno dei quotidiani più autorevoli e il più longevo di Francia, ha dedicato un ampio servizio di una pagina a Villa Grock di Imperia. Siamo onorati dell’attenzione che il quotidiano francese ha dedicato a una villa che consideriamo tra i fiori all’occhiello della Riviera, inserita nel progetto Jardival. La curiosità della stampa francese non è tuttavia casuale, ma frutto della tre giorni di educational organizzata dall’Agenzia In Liguria lo scorso aprile, iniziativa finalizzata proprio a far conoscere il progetto agli addetti ai lavori e ad alcune testate, appositamente selezionate, della stampa estera: direi che abbiamo decisamente colto nel segno”.

Così commenta con soddisfazione l’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino l’uscita di venerdì 9 settembre del servizio dedicato a Villa Grock su ‘Le Figaro’ dal titolo ‘Le paradis secret du roi des clowns’.

Villa Grock rientra nel progetto transfrontaliero Interreg Alcotra Jardival per la cooperazione interregionale sulla valorizzazione dei nostri giardini, ville e parchi storici della Riviera italo-francese. Con un budget per la Liguria di oltre 1,8 milioni di euro vede coinvolti: Regione Liguria, Agenzia In Liguria, Provincia di Imperia, Comune di Costarainera, Comune di San Remo, Comitato Regionale del Turismo ”Côte d’Azur”, Comune di Mentone, Comune di Grasse e Comune di Cannes.

“Come Regione Liguria – aggiunge l’assessore Berrino - crediamo che Jardival rappresenti un’opportunità imperdibile per la riqualificazione e la valorizzazione dei giardini monumentali e delle ville storiche, tra estremo Ponente ligure e Costa Azzurra. La messa a sistema e la promozione di questi tesori, in parte ancora sconosciuti al grande pubblico, è una vetrina strategica sia per l’attrazione di nuove tipologie di flussi turistici, per esempio il wedding destination per un target internazionale di altissimo livello, sia per il marketing stesso dei siti anche per reperire eventuali finanziamenti privati, indispensabili per mantenere la massima fruibilità di ville e giardini attraverso un’adeguata e costante manutenzione”.

CLICCA QUI PER L’ARTICOLO