Attualità, Home — 7 marzo 2014 alle 13:01

REGIONE LIGURIA. VIA A BANDI SU PROGETTI DI FORMAZIONE NEI SETTORI GREEN E BLUE ECONOMY

Rivolti agli Enti di formazione destinati a 430 giovani, tra i 17 e i 34 anni,
nei settori dell’economia del mare e dell’economia verde

di Redazione

economia-abruzzo_staffetta-generazionale-per-far-entrare-i-giovani-nel-mondo-del-lavoro

Sono 12 i progetti di blue e green economy che partiranno entro maggio, su tutto il territorio ligure, attraverso bandi rivolti agli Enti di formazione destinati a 430 giovani nei settori dell’economia del mare e dell’economia verde. Lo comunica l’assessore alla formazione e al bilancio, Pippo Rossetti dopo l’approvazione del decreto. Grazie agli 8 milioni di euro del fondo sociale europeo si completa l’attuazione del Piano Giovani, approvato dalla Giunta nel 2012 e si dà il via ad un’altra serie di iniziative per combattere la dispersione scolastica e la disoccupazione giovanile, attraverso tirocini e iniziative di apprendistato.
I finanziamenti assegnati ai 12 progetti individuati saranno utilizzati per l’inserimento lavorativo di giovani dai 17 ai 34 anni, attraverso percorsi integrati che prevedono momenti formativi accompagnati da esperienze lavorative e forme di tutoraggio per lo start up aziendale, oltre all’avvio di impresa e ai bonus per l’assunzione alle aziende. I bandi saranno attivati dagli enti di formazione riuniti di partenariato prima dell’estate. Sul totale degli 8 milioni a disposizione: 5 milioni di euro sono destinati alla linea di intervento green economy per un totale di 8 progetti e riguardano sia lo sviluppo di filiere professionali del risparmio energetico e delle energie rinnovabili e alla filiera dell’agricoltura di qualità e del bosco. I restanti 3 milioni sono sulla linea di intervento dell’economia del mare per 4 progetti relativi alla cantieristica, ai porti, al turismo crocieristico e alla pesca. La graduatoria dei progetti approvati è sul sito www.fse.regione.liguria.it.

Abbiamo deciso di puntare su economia del mare e economie verdi – spiega Rossetti – sia per l’importanza che il settore marittimo riveste nella nostra regione, sia per la necessità di sviluppare competenze nell’ambito ambientale e favorire cos’ i giovani in cerca di lavoro”.

 
 
 
ITALIE_PC_1980X1080-imperiapost_new