Cultura e manifestazioni, Home — 7 marzo 2014 alle 14:50

“LO SPAZIO VUOTO” – 8 MARZO “UOMINI E TORTE – COME CUOCERE, FARCIRE O BRUCIARE IL MASCHIO DEI TUOI SOGNI”

Una bizzarra conferenziera propone le regole e gli assiomi di una nuova scienza gastro-psicologica: la Tortomanzia. Avete mai notato che i più celebri (e nocivi) dolci assomigliano per bellezza, peso (e difficoltà a essere digeriti) agli uomini della vostra vita?

di Selena Marvaldi

6 Paola Bigatto 08 marzo

Sabato 8 Marzo 2014 ore 21,15, Paola Bigatto porterà in scena “UOMINI E TORTE” come cuocere, farcire o bruciare il maschio dei tuoi sogni.

Una bizzarra conferenziera propone le regole e gli assiomi di una nuova scienza gastro-psicologica: la Tortomanzia. Avete mai notato che i più celebri (e nocivi) dolci assomigliano per bellezza, peso (e difficoltà a essere digeriti) agli uomini della vostra vita?

Le tre macrocategorie – farciti, al cucchiaio e casalinghi – sono state presenti nelle nostre esperienze sentimentali, o forse lo sono ancora: la conferenziera darà ottime nozioni per digerire o mettere alla porta uomini alla panna prima che vadano a male. Inoltre ci porrà di fronte a domande su noi stesse: perché hai sempre avuto solo uomini al cucchiaio? Hai forse la vocazione a dare forma a ciò che non l’ha? Che cosa nasconde la donna attratta sempre e solo dai temibili Sacher?

A queste e molte altre domande risponderà la seduta di Tortomanzia, accompagnata, ovviamente, dalla presenza delle torte di riferimento. Queste, vere protagoniste dello spettacolo, saranno gestite, descritte e abbinate ai profili maschili da una tutor delle torte, a metà tra la pasticcera e la patologa.

Dei dodici tipi maschili, abbinati ad altrettante torte, soltanto alcuni saranno illustrati, in conformità a una selezione attuata attraverso un test distribuito al pubblico a inizio spettacolo. E’ il valore civile del teatro che oggi reclama sempre di più il proprio spazio ed esprime con chiarezza una necessità sociale di condivisione, anche nella leggerezza e nella comicità.