Home, Rubriche — 7 marzo 2014 alle 21:00

SEX AND IMPERIA – LA FESTA DELL’OTTO MARZO: tre modi per festeggiare…a dovere!

“E se Carrie venisse improvvisamente sbalzata ad Imperia e analizzasse la vita amorosa degli imperiesi? Le loro modalità di approccio e ci desse qualche consiglio su come comportarsi in amore?“

di Redazione

sex and imperia definitivoUomini o donne che voi siate sicuramente avrete sentito parlare della serie tv Sex & The City con la glamour giornalista Carrie Bradshaw che, con un pizzico di ironia, analizzava le difficoltà dei rapporti di coppia, del sesso e del corteggiamento. Ci siamo chiesti quindi: “E se Carrie venisse improvvisamente sbalzata ad Imperia e analizzasse la vita amorosa degli imperiesi? Le loro modalità di approccio e ci desse qualche consiglio su come comportarsi in amore?“. Detto fatto! Ecco quindi la rubrica settimanale della nostra Emy che ci accompagnerà alla scoperta di “Sex & Imperia”.

Forza donne, scorrete la rubrica e chiamate tutte le amiche: domani è l’8 marzo. La festa della donna, la tanto attesa e famigerata serata in cui tutte si riscoprono unite e smettono di insultarsi l’un l’altra. Non è vero. Insomma, non raccontiamocela. Questa festa ha perso, per quanto alcuni radical chic non lo vogliano ammettere, i suoi connotati originari tantissimo tempo fa. Credo nel Mesozoico più o meno quando il primo  T-Rex ha tentato di fare uno spogliarello per celebrare la sua signora.

Domani sera molte di noi si riuniranno per una cena, passeranno un po’ di tempo insieme chiacchiarando e poi alla terza bottiglia di vino fatta arrivare al tavolo con una standing ovation di gote rosse e femminilità smarrita insieme ai tacchi lanciati da qualche parte e sostituiti da comodi stivali bassi, ci sarà la classica domanda: “E ora cosa facciamo?“.

Ok, Imperia non è che per l’8 marzo si rinnova e spuntano locali nuovi come funghi a ogni angolo infatti le soluzioni per festeggiare la vostra Festa della Donna variano a seconda delle categorie di “colleghe” con cui festeggiate!

- Amiche da una vita: vi ricordate cosa cantava Gino Paoli? “Eravamo quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo destinati a qualcosa in più che una donna e un impiego in banca”…ecco. La vostra serata tra amiche super yeah sarà un fallimento. Nessuna novità, vi vedete tutti i giorni, siete stanche e quella ha il fidanzato che aspetta a casa. Cena al ristorante un po’ di vino sorrisini, tremila sigarette e a mezzanotte tutti a casa! Che festa indimenticabile!

- Le sposate: in un certo senso festeggiare l’otto marzo con donne sposate o con i figli potrebbe essere la cosa migliore o peggiore che vi sia mai capitata. Se sono donne piene di vita coglieranno questa festa come il momento giusto per liberarsi di marito e bambino e scatenarsi come se non ci fosse un domani. Se invece sono un po’ più morigerate parleranno del viaggio di nozze, del pannolino anti arrossamento e di come il corso di pilates sia la soluzione migliore per il mal di schiena

- Un mix di amiche: se ciò che vi accomuna è solo la voglia di brindare a voi, al vostro essere donne, allora probabilmente siete nel posto giusto al momento giusto. Invitare le proprie amiche, ma anche l’amica dell’amica crea un gruppo ben “farcito” in cui si possono intessere legami nuovi e, perchè no, nuove amicizie. Del resto la festa dell’otto marzo, più che celebrare ideali che ormai solo in poche ricordano, potrebbe essere il momento giusto per unirsi, per sentirsi più solidali le une con le altre e condividere qualcosa che solo noi possiamo sentire e provare!

Buona festa della donna

*Emy*

 

 
 
 
FR_vetrine_3