Attualità, Home — 20 settembre 2017 alle 13:10

ESCLUSIVA IMPERIAPOST. CONCORSI TRUCCATI RIVIERACQUA, LE ACCUSE A GABRIELE SALDO:”VISIONE CLIENTELARE E PERSONALISTICA”/L’ORDINANZA

“Saldo e Fontana hanno manifestato uno sconcertante dispregio delle funzioni loro demandate”. Così il Giudice
Massimiliano Botti descrive il comportamento di Gabriele Saldo, direttore generale di Rivieracqua, e Federico Fontana…

di Redazione

collage_rivaqcua

“Saldo e Fontana hanno manifestato uno sconcertante dispregio delle funzioni loro demandate”. Così il Giudice Massimiliano Botti descrive il comportamento di Gabriele Saldo, direttore generale di Rivieracqua, e Federico Fontana, presidente della Commissione d’esame, nell’ordinanza di custodia cautelare con la quale ha autorizzato l’arresto dei due principali indagati nell’ambito dell’inchiesta sui concorsi truccati di Rivieracqua.

Gli arresti sono arrivati a seguito di una lunga inchiesta nell’ambito della quale la Guardia di Finanza ha fatto ricorso all’ausilio di appostamenti e pedinamenti, oltre che di intercettazioni telefoniche e ambientali.

LE ACCUSE A SALDO

In particolare il giudice Botti scrive: Saldo è parso rivolto soprattutto a favorire il proprio ‘cliente’ Cassella piuttosto che a selezionare il miglior personale possibile: egli ha inteso soddisfare un interesse personale piuttosto che quello superiore della collettività [...] La rivelazione di condotte rilevanti [...] in un breve arco temporale, rivela un’inquietante visione personalistica e clientelare dell’attività svolta, connotata da un’accentuata confusione tra sfera pubblica e privata, in relazione alla quale appare quasi naturale la violazione della legge penale pur di soddisfare i propri ‘raccomandati’”.

LE ACCUSE A FONTANA

Il giudice Botti scrive: Federico Fontana appare legato a Rivieracqua da sistematici rapporti di consulenza [...] tale circostanza, in uno con la facilità con cui ha accondisceso alle richieste di Saldo, testimonia la sua cedevolezza rispetto ai vertici della società, da cui riceve incarichi remunerativi, e rende assai probabile la reiterazione di comportamenti analoghi a quelli oggetto del presente procedimento [...] pare infatti che l’indagato abbia rivelato tutti i quesiti oggetto della prova orale dell’11/05/2017 a tale Giorgio Negro (consulente di Rivieracqua, ndr)”.

IL QUADRO ACCUSATORIO DEI PM GRAZIA PRADELLA E FRANCESCA SUSSARELLU

“Saldo e Fontana, nelle rispettive posizioni, godono di una fitta e a loro fedele rete di conoscenze, che riescono ad attivare anche con modalità improntate a totale spregiudicatezza (cautela negli incontri; linguaggio criptico nelle conversazioni, atteggiamenti ambigui, per loro convenienza, nei confronti di terzi). Il che porta a ritenere concreto il pericolo che i medesimi, avvisati delle indagini, possano seriamente mettere in pericolo l’esito delle stesse, ‘architettando’ fra loro e con terzi versioni di ‘comodo’ da fornire agli inquirenti, minando così in modo irrimediabile il corretto esito delle stesse indagini”.

 

 

 

 

 

 
 
 
ITALIE_PC_1980X1080-imperiapost_new