Attualità, Home — 23 settembre 2017 alle 16:05

CICLOVIA TIRRENICA VENTIMIGLIA – PISA. DOMENICA 24 SETTEMBRE LA BICISTAFFETTA FARÀ TAPPA A IMPERIA. ABBO:”RAGIONIAMO IN UN’OTTICA GREEN”/ I DETTAGLI

I partecipanti raggiungeranno Imperia alle 13 di domenica 24, dove incontreranno, nell’auditorium del Museo Navale su Calata Anselmi, il Sindaco Carlo Capacci, l’assessore Guido Abbo

di Redazione

bici

Domenica 24 settembre Imperia accoglierà la Bicistaffetta, manifestazione organizzata da FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) per la promozione della mobilità ciclistica e del cicloturismo e per sensibilizzare i rappresentanti delle istituzioni sull’importanza della realizzazione di una rete di vie ciclabili su scala nazionale.

I partecipanti percorreranno dal 24 al 30 settembre un tratto di 444 chilometri della futura Ciclovia Tirrenica, da Ventimiglia a Pisa, e raggiungeranno Imperia alle 13 di domenica 24, dove incontreranno, nell’auditorium del Museo Navale su Calata Anselmi, il Sindaco Carlo Capacci, l’assessore Guido Abbo ed altri amministratori locali di Imperia e dei comuni limitrofi in cui è stata recentemente dismessa la vecchia linea ferroviaria.

Il Sindaco commenta: “Siamo molto felici di ospitare la Bicistaffetta perché la nostra amministrazione crede fortemente nella mobilità sostenibile. Con il progetto delle periferie urbane, per il quale il  Governo ci assegna un finanziamento a fondo perso di 18 milioni di euro, potremo realizzare in tempi rapidi il prolungamento della attuale ciclovia “Area 24” da San Lorenzo al Mare sino alla vecchia stazione di Imperia Oneglia.”

Tale infrastruttura non avrà soltanto una grossa importanza come volano turistico, visto che Imperia diventerà il capolinea e nodo principale del percorso sino a Ospedaletti, ma avrà anche una fortissima valenza come infrastruttura di mobilità a favore dei cittadini imperiesi: il nostro clima, e le ridotte dimensioni della nostra città, consentono di usare la bicicletta come mezzo di trasporto quasi ogni giorno dell’anno. Inoltre la fortissima espansione di e-bike a pedalata assistita consentono anche di superare agevolmente le inevitabili salite che il nostro territorio impone appena si abbandona la linea di costa;  quindi siamo  convinti che il futuro della mobilità urbana passi da questo tipo di scelte.

Conclude l’assessore Abbo, entrando nello specifico della tematica: “Imperia non ha bisogno di alcun mezzo di trasporto su rotaia nel sedime ferroviario dismesso, è un’idea vetusta e arcaica e vorrei che si smettesse di parlarne; bisogna ragionare in un’ottica più moderna e “green”. Inoltre un mezzo su rotaia ha senso soltanto in città grandi, con grossi volumi di passeggeri da trasportare ogni giorno da un punto all’altro; non servono a nulla su un territorio articolato e complesso, e con scarsa densità abitativa, come quello di Imperia.  Inoltre non è più tempo di progetti faraonici e costosi, bisogna cercare di tenere i piedi per terra, porsi degli obiettivi ragionevoli, e portarli a compimento in tempi relativamente brevi. Il nostro progetto di pista ciclabile urbana ha queste caratteristiche!”

 
 
 
bric