Home, Politica — 12 marzo 2014 alle 14:51

LIGURIA. APPROVAZIONE LEGGE ALBERGHI. SASO
E GARIBALDI (NCD): “UN SOSTEGNO CONCRETO”

“Continueremo a votare a favore di leggi che riteniamo meritino di essere
approvate senza fare da stampella a nessuno e senza scadere in una opposizione preconcetta”

di Redazione
Alessio Saso nuovo Capogruppo regionale NuovoCentroDestra

Alessio Saso nuovo Capogruppo regionale NuovoCentroDestra

“Con l’approvazione della nuova legge sugli alberghi, la possibilità per l’albergatore di vendere una parte della sua struttura per recuperare la liquidità necessaria per effettuare opere di ristrutturazione sulla parte rimanente di sua proprietà, prevede adesso che il 50% del ricavato possa essere utilizzato per pagare gli oneri finanziari per i mutui in essere al 31 dicembre 2012 – Questo il commento dei consiglieri regionali Alessio Saso e Gino Garibaldi – del Ncd a seguito dell’approvazione della nuova legge sugli alberghi – Questa quota, in precedenza del 25%, è stata appunto raddoppiata e portata al 50%., Le nuove norme prevedono anche una semplificazione e una sburocratizzazione delle procedure. È un importante sostegno concreto, quindi, ad un settore, quale quello turistico-ricettivo, che, per la crisi, sta attraversando un momento di particolare sofferenza. Inutile sottolineare l’importanza di una categoria che dovrebbe fare da traino all’intera economia della nostra regione, alla quale, con le modifiche alla legge regionale 4/2013, si concede una boccata d’ossigeno. Con l’abolizione, per esempio, dell’obbligo di comunicazione a un ente terzo per le tariffe massime degli stabilimenti balneari, tariffe da esporre sempre ben visibili ai clienti, rimane tutelato il diritto del cliente ad essere informato, ma si è ottenuta l’eliminazione di un passaggio burocratico sostanzialmente inutile, ma che rappresentava per gli operatori del settore una perdita di tempo.

Noi del NCD continueremo a votare a favore di leggi che riteniamo meritino di essere approvate senza fare da ‘stampella’ a nessuno, e senza, però, scadere in una opposizione preconcetta e indiscriminata di nessuna utilità per i cittadini liguri.”