Home, Politica — 13 marzo 2014 alle 13:02

PISCINA “CASCIONE”. NCD CHIEDE DI CONTROLLARE GESTIONE E BILANCI DAL 1992 AL 2012

Interrogazione in consiglio comunale. “Qualora si ravvisassero problematiche o poca chiarezza sulla gestione di quegli anni che l’Amministrazione Comunale attivi tutte le procedure del caso, nel pieno e unico interesse dei cittadini di Imperia”

di Redazione

Diego Parodi

Il Nuovo Centrodestra presenterà un’interpretazione nel prossimo consiglio comunale (1 aprile) relativa alla gestione della piscina “Cascione” dal 1992 al 2002.

IL TESTO DELL’INTERROGAZIONE

VISTO
La particolare attenzione che l’opposizione pone ormai da tempo sulla gestione della piscina comunale
Che mai fino a questi ultimi mesi le forze di opposizione, nonostante le note problematiche dell’impianto emerse negli ultimi 15 anni, hanno mai posto problemi sulle gestioni societarie della struttura
Che al Nuovo Centro Destra di Imperia, così come immaginiamo a tutta la cittadinanza, interessa che la Città di Imperia abbia un impianto funzionante, moderno, accogliente
Che si debba rendere conto al centesimo dell’uso del contributo di euro 300.000,00 che, come da contratto, viene erogato alla società che gestisce l’impianto
CHIEDIAMO
Che venga analizzata la situazione integrale della gestione della piscina Comunale Cascione tra gli anni 1992 al 2012 sia a livello di bilanci che di rispetto delle adempienze derivanti dal contratto di gestione dell’impianto da parte del precedente consiglio direttivo di Rari Nantes
AUSPICHIAMO
Qualora si ravvisassero problematiche o poca chiarezza sulla gestione di quegli anni che l’Amministrazione Comunale attivi tutte le procedure del caso, nel pieno e unico interesse dei cittadini di Imperia
Si richiede discussione orale in Consiglio Comunale, interessando il tema anche a questioni legate al bilancio dell’ente, quindi di competenza del Consiglio stesso

Parodi Diego
Capogruppo Nuovo Centro Destra