Attualità, Dal mondo, Home — 19 marzo 2014 alle 10:00

IL RE DI MASTERCHEF OSPITE DI IMPERIAPOST “TONINO UN MAESTRO, IL PARASIO UNA MERAVIGLIA”

Federico Ferrero: “Dieta Mediterranea arma verso il benessere, ma anche espressione di uno stile di vita che aveva il proprio centro nella frugalità”

di Redazione

1962868_601266386632260_1864360843_n

Ci sono volute due settimane per riuscire a chiacchierare con Lui, perché è uno degli uomini più richiesti di Italia.
Stiamo parlando di Federico Ferrero, vincitore dell’ultima edizione di Masterchef.
Federico è strettamente legato ad Imperia, sia perché ha lavorato come maître presso lo storico ristorante La Lanterna Blu, sia perché ha portato in tavola a Masterchef i “Gamberoni di Oneglia”, contribuendo a promuovere la cucina ligure, già decantata dal Film Premio Oscar “La Grande Bellezza”.

L’INTERVISTA DI IMPERIAPOST A FEDERICO FERRERO

1) Raccontaci la tua esperienza a Masterchef- Quale è stata la prova più difficile affrontata durante la trasmissione?
Tutti i pressure test. Quando all’eccellenza bisogna aggiungere la grande velocità, le cose si fanno difficili. Forse lo sarebbero addirittura per un professionista”.

2)Cucinare cosa significa per te? Da dove trai ispirazione? Da dove inizi quando crei una ricetta?

Cucinare è trasferire emozioni. Senza memoria non c’è cucina. E’ proprio dai ricordi dei sapori dei singoli ingredienti e dalle sensazioni di quel momento che inizio a pensare al piatto”.

3) Quale è il rapporto tra la cucina e le donne? Cucinare aiuta?

Cucinare fa innamorare. Cucina e chi assaggia. Ma soprattutto chi sa ascoltare chi è in grado di spiegare cosa si sta per mangiare. La cucina passa dalla parola”.

4) Cosa rappresenta per Te la Dieta Mediterranea?

La Dieta Mediterranea, che si basa su cereali integrali, verdure e cotture veloci all’olio d’oliva, rappresenta senz’altro un’arma verso il benessere. Ma non dobbiamo dimenticare che è l’espressione di uno stile di vita che aveva il proprio centro nella frugalità”.

5) Che ricordi hai di Imperia e del periodo trascorso alla Lanterna Blu? Hai amici qui?

Tonino è stato un grande maestro, soprattutto perchè mi ha raccontato molte affascinanti storie di cucina. Ma devo molto anche a Antonello “Coco” Gavi, mio cugino, chef sullo yacht di Maestoianni, che mi ha insegnato a riconoscere e pulire il pesce”.

6)A Imperia sei legato?

E’ un posto meraviglioso, sempre al sole “para-helios”: Parasio”.

7)Lo sai che Imperia diventerà sede del Forum della Dieta Mediterranea? Se ti proponessero di aiutare attraverso la tua professionalità e con la fama raggiunta l’organizzazione di eventi legati al Forum accetteresti?

“Perchè no. E’ un’ottima iniziativa”.

8) In finale hai proposto un piatto tipico ligure. I “gamberoni di Oneglia”? Come mai? ci illustri la ricetta?

“Il gambero di Oneglia è uno degli ingredienti più pregiati e prelibati che esistano in Italia. da riservare a occasioni speciali. Ne leggerete nel mio libro, tra un mese in edicola”.

9)Cosa significa per Te Made in Italy?

“Significa cultura, tradizione, creatività. Senza eccellenza nella scuola scomparirà il Made in Italy”.

10) Nella vita hai optato per un percorso di studi classico ma non hai trascurato le passioni direi con ottimi risultati. Un messaggio ai giovani?

“Spegnete gli smartphone un’ora al giorno e dedicate venti minuti per leggere qualche pagina di un libro: così sarete liberi”.