Attualità, Home — 20 marzo 2014 alle 15:39

AIDO, ASSOCIAZIONE NAZIONALE FINAZIERI E ORDINE DI MALTA IN AIUTO ALLE FASCE PIU’ DEBOLI

Imperia -  Un altro omaggio da un’azienda locale Imperiese, del settore alimentare, all’Associazione Italiana Donatori Organi di Imperia, visto la continua attività di volontariato, condotta dagli operatori in questo particolare periodo di crisi economica e sociale in cui si sta vivendo. L’aido, seppur operando nel settore socio-sanitario, condivide gli stessi ideali di aiuto umanitario dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia e del […]

di Redazione

1

Imperia -  Un altro omaggio da un’azienda locale Imperiese, del settore alimentare, all’Associazione Italiana Donatori Organi di Imperia, visto la continua attività di volontariato, condotta dagli operatori in questo particolare periodo di crisi economica e sociale in cui si sta vivendo.

L’aido, seppur operando nel settore socio-sanitario, condivide gli stessi ideali di aiuto umanitario dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia e del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta gruppo Imperia/Albenga e, con gli alimenti da loro raccolti, congiuntamente è andata a distribuirli agli Enti religiosi e caritatevoli di Imperia e San Bartolomeo al Mare, che ne avevano fatto richiesta, visto l’alto numero di famiglie con bambini in grande difficoltà. Parole di affetto e di ringraziamento, sono state espresse da parte dei nostri clericali e dai volontari a loro vicino, alla consegna degli alimenti.

Il Presidente dell’Aido Dr. Bruno Battistin, pronunciando parole di sincera gratitudine verso l’azienda e il concessionario di automobili, ha elogiato il personale dell’Associazione Nazionale Finanzieri e del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta che, come noi contribuiscono ad aiutare chi in questo momento soffre il dramma della povertà e vedono nella Chiesa e nella Caritas un luogo, dove poter ricevere un po’ d’aiuto per andare avanti. Un ringraziamento doveroso, va a tutti quelli che ci seguono, ci danno fiducia e credono in noi. La storia continua, con la serietà, la passione e l’entusiasmo di sempre, in attesa di poter nuovamente condividere un’altra esperienza di solidarietà”.

C.S.