Attualità, Home — 13 marzo 2014 alle 18:51

CASO “OTTAGONO”. “GIALLO” SU ART.31 APPALTO TRADECO APPROVATO DAI CONSIGLI COMUNALI

I consigli comunali degli Enti interessati dall’appalto avrebbero deliberato all’unanimità in favore dello stesso in base al capitolato non ancora modificato dall’allora dirigente Giuseppe Enrico.

di Gabriele Piccardo

OTTAGONO

IMPERIA - Un mancato passaggio politico-amministrativo potrebbe mettere in discussione la validità dell’appalto del servizio di igiene urbana in 35 comuni imperiesi in capo alla Tradeco. Si tratta dell’ormai famoso articolo 31 che prevede l’assunzione, da parte della ditta, dei lavoratori che nei precedenti 18 mesi erano impiegati nel servizio e detentori del contratto FISE Ambiente. L’articolo in questione, però, in principio, non specificava il fatto che i lavoratori impiegati nel servizio avrebbero dovuto essere in possesso di tale contratto, comprendendo di conseguenza anche gli ex lavoratori della cooperativa “Ottagono”, da 8 mesi senza stipendio.

I consigli comunali degli Enti interessati dall’appalto avrebbero deliberato all’unanimità in favore dello stesso in base al capitolato non ancora modificato dall’allora dirigente Giuseppe Enrico. Il capitolato firmato dai sindaci, invece, era già stato modificato. La variazione ha di fatto escluso i 12 lavoratori della Coop. “Ottagono” dall’appalto. Alcuni comuni avrebbero chiesto al Comune di Imperia spiegazioni che non sarebbero ancora pervenute. Se tutto ciò fosse confermato, sarebbe un appiglio più che solido per un’eventuale contenzioso contro il Comune di Imperia.