Home, Imperia — 12 gennaio 2018 alle 12:52

IMPERIA. CASO “LEGIONELLA”. IL SINDACO CAPACCI CHIUDE LA PISCINA CASCIONE. LA RARI NANTES:”PROVVEDIMENTO CONDIVISO. I DATI DELL’ASL…”/I DETTAGLI

La Rari Nantes Imperia 57 in adesione all’ordinanza sindacale firmata in data odierna dal Sindaco Carlo Capacci, comunica che l’apertura della piscina “Cascione” prevista per sabato verrà rinviata, in attesa che ASL…

di Redazione

collage_rnpiscina_chiusn

La Rari Nantes Imperia 57 in adesione all’ordinanza sindacale firmata questa mattina dal Sindaco Carlo Capacci, comunica che l’apertura della piscina “Cascione”  prevista per sabato 13 gennaio verrà rinviata, in attesa (così come previsto) che l’ASL Imperiese certifichi ufficialmente la sussistenza delle condizioni igienico-sanitarie.

“Peraltro si tratta di un provvedimento sindacale ampiamente condiviso – scrive la società –  in quanto sarà un soggetto terzo e qualificato (ASL Imperiese) ad accertare l’esistenza dei requisiti.

In chiusura ricordiamo che un minuto dopo l’esecuzione del dissequestro disposto dal GIP, la società, i suoi dipendenti, i collaboratori, i dirigenti, e le ditte certificate di manutenzione e sanificazione erano già al lavoro, seguendo le prescrizioni dell’autorità.

Da ultimo, informiamo che:

1) nella massima trasparenza, i dati ed i risultati delle analisi delle acque eseguiti da Diversey, tramite il loro laboratorio aziendale di Bagnolo Cremasco (dove vengono svolte le analisi di quasi tutti gli impianti del Nord Italia), sono e saranno pubblicati sul sito ufficiale della Rari Nantes Imperia;

2) i controlli periodici della ASL Imperiese sulle acque delle vasche non hanno mai evidenziato parametri fuori soglia, riscontrando la sussistenza delle necessarie condizioni igienico-sanitarie.

 
 
 
ITALIE_PC_1980X1080-imperiapost_new