Home, Shopping — 17 gennaio 2018 alle 13:43

I SIMPLY E PUNTO SIMPLY DI ARIMONDO SCELGONO LE GALLINE DALLE “UOVA D’ORO”, ALLEVATE ALL’APERTO NELLE CAMPAGNE LIGURI/ ECCO I DUE NUOVI PRODOTTI IN VENDITA

La scelta ecologica di Arimondo intende favorire il benessere degli animali, scegliendo solo quelli liberi di razzolare sull’aia in spazi adeguati e alimentati con mangimi di qualità.

di Redazione

galline

Da qualche mese presso i punti vendita Simply e Punto Simply è possibile acquistare uova fresche da galline allevate all’aperto nelle nostre campagne liguri.

La scelta ecologica di Arimondo intende favorire il benessere degli animali, scegliendo solo quelli liberi di razzolare sull’aia in spazi adeguati e alimentati con mangimi di qualità.

Dalle parole di Roberto Arimondo: “La maggior parte dei nostri clienti non conosce la differenza tra galline allevate a terra e allevate all’aperto. Questo perché alcune pubblicità nazionali accostano erroneamente le uova allevate a terra con immagini di galline libere nei campi.

L’allevamento  a terra è un allevamento intensivo assimilabile all’allevamento in gabbia.

Le galline vivono in capannoni illuminati artificialmente giorno e notte e sono costrette a stare nove per metro quadrato (in sintesi, l’area di un foglio A4 per ogni gallina).

Le galline allevate all’aperto sostano nei capannoni soltanto nelle ore notturne. A metà mattinata, dopo la deposizione delle uova,  possono uscire e sono libere di razzolare all’aperto.

Per legge ogni gallina allevata all’aperto deve avere almeno 2,5 mq a disposizione”. E conclude: “Una bella differenza!”.

Il progetto prevede anche la sensibilizzazione dei clienti sui tipi di allevamento con cartelli informativi disponibili nei negozi e attraverso la confezione stessa delle uova, ricca al suo interno di consigli e di notizie.

Il marchio è stato apposto sulle uova di un allevamento della piana di Savona, che prevede il metodo “all’aperto” dove le galline, durante la giornata, possono uscire liberamente e nutrirsi al naturale con insetti, erba e piccole pietre indispensabili per la formazione del calcio presente nel guscio delle uova.

L’iniziativa propone al cliente due varietà di prodotto: le uova extra fresche o freschissime, a scaffale fino a 9 giorni dalla data di deposizione, in confezioni da due; e quelle fresche, a scaffale fino a 28 giorni dalla data di deposizione, in confezioni da quattro. L’involucro del prodotto presenta al suo interno la legenda funzionale a leggere l’etichetta identificativa dell’uovo, vòlta a chiarirne le caratteristiche organolettiche, così come la sua fruibilità grazie ai consigli “della nonna”:

Quella impressa sulle uova – obbligatoria dal 1° gennaio 2014 – è una vera e propria carta di identità e svela: N=Tipo dell’allevamento: 0=biologico, 1=all’aperto, 2=a terra, 3=in gabbia; IT=Sigla della nazione dell’allevamento 000=Comune dell’allevamento XX=Sigla della provincia dell’allevamento 000=Codice dell’allevamento.

Due parole vanno poi spese a illustrare le preziose caratteristiche di questo alimento dal punto di vista nutrizionale. Merita ricordare infatti che l’uovo è leggero e facilmente digeribile: l’impatto calorico è di circa 70Kcal. Da due a quattro uova alla settimana si possono prevedere in ogni dieta equilibrata. Le uova forniscono selenio e iodio in buone quantità, mentre in quantità minore zinco, vitamina D e E e tutto il gruppo B.

L’uovo, con le sue proprietà antiossidanti, è fonte di ottime proteine di elevato valore biologico, considerate le migliori in assoluto, superiori anche a quelle del latte materno.

Si suggerisce di impiegare le uova extra fresche per il consumo a crudo, mentre quelle fresche vanno consumate cotte: qui, tuttavia, è il gusto di ciascuno a decidere, Arimondo ha già deciso sulla qualità.