Attualità, Home — 20 gennaio 2018 alle 18:12

IMPERIA. ASSEMBLEA CONGRESSUALE PROVINCIALE DELLA CIA. STEFANO ROGGERONE RICONFERMATO PRESIDENTE:”C’È BISOGNO DI UN RICAMBIO GENERAZIONALE NELLE IMPRESE E…”/FOTO E VIDEO

Stefano Roggerone e Mariangela Cattaneo sono stati riconfermati presidente e vice presidente di Cia Imperia.

di Gaia Ammirati

HSSH

Stefano Roggerone e Mariangela Cattaneo sono stati riconfermati presidente e vice presidente di Cia Imperia. La conferma della nomina è avvenuta questa mattina presso l’Auditorium della Camera di Commercio di Imperia, durante la 12esima assemblea congressuale provinciale della CIA (Confederazione Italiana Agricoltori).

Oltre alla riconferma del Presidente Stefano Roggerone e del vice Mariangela Cattaneo ecco la nuova direzione Provinciale :
Aicardi Samuele olivicoltore
Allavena Anne Marie Floricoltrice
Anfossi Calista Floricoltrice
Bergonzo Pietro Floricoltore
De Benedetti Antonio Floricoltore
Gastaldi Christian Olivicoltore
Gerini Sabrina Olivicoltrice
Grosso Gianni Floricoltore
Guglielmi Giovanni Viticoltore
Guglielmi Valentina Agriturista
Miceli Alessandro Floricoltore
Musso Valentino Floricoltore
Ramoino Marco Floricoltore
Errico Grazia Floricoltrice
Saredi Marino Olivicoltore
Siffredi Antonio Floricoltore
Valente Paola Olivicoltrice
Valenti Luca Olivicoltura

STEFANO ROGGERONE

L’assemblea è un momento importante perché ci si confronta e si dedica del tempo al nostro territorio. C’è bisogno di più prodotti, i nostri prodotti sono di nicchia e sono richiesti in tutto il mondo. Purtroppo molte delle nostre aziende stanno invecchiando, chiudono, c’è poco ricambio generazionale e quindi c’è meno prodotto sul mercato.

I ritardi accumulati li pagheremo nei prossimi anni. Speriamo di riuscire a spendere i fondi del PSR. Siamo abituati alle difficoltà, ma speriamo che qualcosa si nuova. 

CIA guarda al futuro cercando di favorire il ricambio generazionale e dando supporto alle aziende”.

MARIANGELA CATTANEO

“In questa regione manca prodotto e c’è una crescita di richiesta. Quindi bisogna intervenire su questo problema e sul ricambio generazionale che può portare nuova linfa.

Il PSR rischia di non essere speso ed è un gran peccato. Si tratta di milioni di euro dove il cofinanziamento dei coltivatori è del 60%. Si porterebbero investimenti sul nostro territorio. Siamo ancora bloccati e non abbiamo certezze di avere risorse. Purtroppo il PSR è l’unico strumento per avere degli aiuti.

La Liguria si è sempre dimostrata virtuosa, perché il PSR è sempre cresciuto, quindi significa che le aziende ci sono. È un peccato che non si colga questa opportunità”.

ALDO ALBERTO

“Gli ultimi 4 anni sono stati durissimi, anche per il nostro settore. Questa situazione si può recuperare, ma dobbiamo riuscire a dare una mano alle imprese, ma anche che si diano una mano da soli. Bisogna che la categoria ragioni in modo diverso e che si collabori maggiormente.

Per quanto riguarda il PSR, stanno iniziando ad arrivare i primi nulla osta sui giovani e sugli investimenti, ma con grave ritardo.

Mi auguro che quest’anno faccia la differenza. Bisogna accelerare”.  

Per maggiori informazioni
Ottavio Traverso – Ufficio Stampa Cia Liguria – 347 4656440