“CERVO IN BLU D’INCHIOSTRO”. GRANDE EMOZIONE PER ROBERTO VECCHIONI E IL SUO LIBRO “LA VITA CHE SI AMA”:”LA FELICITÀ È UNA PRESENZA COSTANTE, È ESSERCI”/FOTO E VIDEO

Cultura e manifestazioni Golfo Dianese Home

Una folla ha invaso l’Oratorio di Santa Caterina di Cervo per Roberto Vecchioni nel pomeriggio di oggi.

ROBVE

Una folla ha invaso l’Oratorio di Santa Caterina di Cervo per Roberto Vecchioni nel pomeriggio di oggi. Il noto cantautore italiano, scrittore e professore, ha presentato il suo ultimo libro “La vita che si ama, Storie di Felicità”, Giulio Einaudi Editori, nell’ambito della rassegna “Cervo In Blu d’Inchiostro”.

La Rassegna è ideata dalla prof.ssa Francesca Rotta Gentile e promossa dall’Associazione Culturale Cumpagnia du Servu, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e Istruzione del Comune di Cervo (delegato all’istruzione Annina Elena) e della Provincia di Imperia; con l’intento, per di più, di valorizzare il patrimonio artistico e architettonico del meraviglioso borgo del golfo dianese.

Il pubblico ha accolto calorosamente Vecchioni, ricordando i suoi grandi successi musicali. Tanti i ragazzi delle scuole che hanno posto domande all’ospite, in particolare gli studenti del Liceo Cassini di Sanremo e dell’Istituto Ruffini di Imperia. Inoltre, l’evento ha avuto l’accompagnamento musicale di Mauro Vero.

ROBERTO VECCHIONI

“Sono a scuola da quando ho 6 anni, non sono mai usciti, prima sui banchi poi alla cattedra. È un viaggio interminabile di cose meravigliosi. I giovani forse si rovineranno dopo per colpa di altri uomini, ma finchè sono lì sono straordinari, tutte le generazioni.

Il libro è un inno alla vita. Basta con le interferenze del male. Dobbiamo essere più forti. Sappiamo fin dalla nascita che ci saranno difficoltà, l’importante è vivere, contrastare le cose che non vanno bene e stare insieme. La felicità è esserci.

Una canzone che rappresenta il mio percorso è “Sogna ragazzo sogna”. Non bisogna mai abbandonare la potenza del sogno, non solo da ragazzi, ma anche da grandi. Il sogno è una medicina continua. L’illusione che a volte è una chimera, mentre il sogno è qualcosa che si può realizzare”.

Anche la malinconia è felicità. È la felicità del passato che ti sei portato dietro. La felicità non è solo ridere, giocare, vincere, ma vivere in toto. Il pacchetto dell’esistenza ci dà una situazione di “su e giù” che è normalissima. Nella vita non si può soltanto cadere. Ci sono momenti in cui ci crediamo e momenti che non ci crediamo più e momenti in mezzo. La nostra certezza è che si torna sempre su”.

[wzslider autoplay=”true” interval=”6000" transition=”‘slide’” lightbox=”true”]

Segui Imperiapost anche su: