Cronaca, Home — 24 gennaio 2018 alle 09:58

NOTTE DI FOLLIA A IMPERIA. NON SI FERMA A UN POSTO DI BLOCCO E SI DÀ ALLA FUGA, 20ENNE ARRESTATO DAI CARABINIERI DOPO UN LUNGO INSEGUIMENTO IN AUTO/ECCO COSA È SUCCESSO

Il giovane è scappato ad alta velocità verso il lungomare Vespucci, proseguendo poi sugli argini, per poi dirigersi verso Pieve di Teco percorrendo la Statale 28

di Redazione

carabineri posto di blocco

Folle inseguimento per le vie della città nella serata di ieri, martedì 23 gennaio. Verso le 21 un 20enne italiano, con precedenti per spaccio di stupefacenti, a bordo della sua auto sportiva, non ha rispettato il posto di blocco situato nel centro di Oneglia, in via Garessio, presso l’oleificio Carli. Da lì è cominciato un lunghissimo inseguimento da parte di due auto dei Carabinieri (radiomobile e nucleo operativo) per le vie cittadine.

Il giovane è scappato ad alta velocità verso il Lungomare Vespucci, tornando indietro (verso Oneglia) e poi proseguendo sugli argini, per poi dirigersi verso Pieve di Teco percorrendo la Statale 28.

Poco prima del paese, dopo aver percorso circa 20 km, i Carabinieri sono riusciti a fermare il 20enne superandolo e obbligandolo a fermarsi. A quel punto il giovane è stato arrestato. Sono seguite quindi le perquisizioni personali, a bordo dell’auto e all’interno della sua abitazione, durante le quali sono stati ritrovati 270 grammi di marijuana suddivisi in varie dosi.

Questa mattina in Tribunale si svolgerà il processo per rito per direttissima con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’inseguimento di ieri sera non è certamente passato inosservato in città, tanto che diversi lettori hanno inviato segnalazioni alla nostra redazione cercando di capire cosa stesse succedendo.