Attualità, Home — 24 marzo 2014 alle 20:04

FORUM INTERNAZIONALE MADE IN ITALY A MONACO. L’AMBASCIATORE ITALIANO APRE AL PONENTE LIGURE/L’INTERVISTA ESCLUSIVA

Antonio Morabito, organizzatore del Forum: ” La vicinanza al Principato opportunità invidiabile
per il Ponente ligure. C’è già un progetto importante sul Parco Roja”

di Redazione
L' ambasciatore Antonio Morabito.

L’ ambasciatore Antonio Morabito.

Nei giorni 14, 15 e 16 marzo 2014 il Principato di Monaco ha ospitato il “Forum Internazionale del Made in Italy – Sua Eccellenza Italia”, una tre giorni di sessioni plenarie e workshop dal forte carattere operativo con l’intento di imprimere un nuovo impulso al Sistema Italia e all’immagine del Paese che inventa e produce. L’evento è stato fortemente voluto dall’ambasciatore d’Italia a Monaco Antonio Morabito.
Imperiapost era presente con i suoi inviati e ha realizzato una lunga intervista all’Ambasciatore Antonio Morabito toccando svariati temi, dal rapporto del Principato di Monaco con il Ponente ligure fino al Made in Italy, passando per le start up e l’Expo 2015.

Sua eccellenza Antonio Morabito ha iniziato la sua carriera diplomatica nel 1986 presso il Ministero degli Affari Esteri e come membro della delegazione italiana all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite svolgendo così incarichi in India, in Argentina e a Roma. Nel 2006 ha lavorato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri come Consigliere Diplomatico del Ministro delle Politiche per la Famiglia e, nel 2008, inizia ad occuparsi di Affari Esteri.

L’INTERVISTA

-Che risposta ha avuto il Forum dal pubblico?C’è stata un buona partecipazione?

Quadruplicata rispetto alle previsioni. Quando si tocca il Made in Italy, quando si tocca l’ECCELLENZA ITALIA scattano meccanismi imprevedibili.Sono arrivate grandi aziende italiane di tutti i settori, non è stata una partecipazione monotema, hanno partecipato il settore farmaceutico, il mondo dell’enogastronomia, del turismo, delle costruzioni, della mobilità intelligente, aziende di start up ed inoltre grandi leader di aziende che hanno a cuore l’Italia, che vogliono vedere superata la crisi ed in fondo in qualche modo si pongono aldilà della crisi.

-Quale è la sua opinione su start up e del mondo dei giovani?

Il Forum ha previsto in qualche modo una sessione plenaria dove relatori di eccellenza hanno parlato di start up , di innovazione come base essenziale per andare avanti e superare le criticità e dell’importanza del sostenere e dare spazio ai giovani talenti superando le vischiosità di un sistema e sostenendo le reti di impresa.

-Il Dott. Pessina, architetto e l’Executive Chairman di Alliance Boots ha raccontato la sua esperienza e la sua scelta di lasciare l’Italia, Lei cosa si sente di dire ai giovani che devono iniziare una carriera in questo mondo? E’ giusto rimanere, insistere, provare?

È sicuramente una fase critica che necessita di una riflessione ma che necessità anche di un grande coraggio .credo che il coraggio sia anche di restare come suggerisce il Forum di cogliere le possibilità che offrono i mercati per sviulppare quelle che sono le nostre capacità e le nostre identità . Non andare via dal Sistema Italia ma esportarlo che è quindi un nuovo modo per non abbandonare ma un investire sulle proprie capacità. Il nostro è un Paese che ha capacità, che ha le risorse fondamentali.Durante il Forum si è parlato di enogastronomia come soft power del nostro Paese, la moda ed il lusso come identità dell’ Italia e il Patrimonio Culturale come materia prima del nostro Paese. Tutte queste risorse fondamentali sono le nostre materie prime, il nostro petrolio. Le capacità ci sono, vanno utilizzate e fare sistema. Ci sono le condizioni di legge, di governo, c’è un nuovo slancio che va seguito e va sostenuto. Le ambasciate in questo momento sono impegnate attivamente in questa linea.
La nostra iniziativa come Ambasciata qui a Monaco di promozione è in linea con quello che il nostro mondo diplomatico, la diplomazia per la crescita sta realizzando nel mondo a tutti i livelli.

- L’EXPO 2015 sarà un’ottima vetrina. Avete progetti?

Monaco è uno dei Paesi partner dell’Expo, dove molti imprenditori di Monaco partecipano a sostegno del progetto.È sicuramente una occasione importante , proprio qui al Forum è stato inaugurato un trasporto speciale via autobus tra Monaco e Milano e Milano Monaco. È iniziato con il Forum, proseguirà con cadenza settimanale ed è un modo per accelerare ed aumentare le comunicazioni con Milano in vista del’Expo 2015

Il video:

-Quali collaborazioni potrebbero nascere tra il ponente Ligure ed il Principato?

La Provincia di Imperia è collegata tramite frontalieri con Monaco.Sono oltre 6500 e rappresentato una economia del Territorio, è una forza lavoro che aumenta durante le grandi sessioni stagionali o durante i grandi eventi del Principato superando in questi casi le 10.000 presenze e questa è già quindi una relata molto importante.
Ci sono altri progetti di investimento del Principato nel vicino Ponente a Breil. Il Forum si è posto in sostegno proprio di queste iniziative, di investimenti nel nostro Paese che creano sviluppo ed occupazione.
Io insisto,la vicinanza per il Ponente di un Paese come il principato, con un’economica in grande espansione, più del 7% di crescita del Pil annuale , che ha una crescita del 4% dell’occupazione , che si pone come Hub internazionale, dove ci sono multinazionali di tutto il mondo per una serie di circostanze favorevoli è una opportunità invidiabile, straordinaria per il paese vicino che è a solo 15 km di distanza.

-Quali potrebbero essere concretamente nel breve periodo delle opportunità reali?

Credo che l’area del Parco del Roja possa essere nell’immediato una opportunità.

-È vero che il Principato ha fatto dei sopralluoghi nel Parco del Roja focalizzandosi sull’espansione del tempo libero e turismo?

“C’è un progetto importante, il Parco Roja, ed è una operazione al la quale da anni il Principato mira ovvero di creare una delocalizzazione di impresa, un’area di commercio e la Regione liguria, la Provincia e tutti gli enti territoriali hanno negli ultimi tempio accelerato questo prcesso anche per una sdemanializzazione del territorio al fine di favorire questo accordo.Potrebbe avvenire nellarco di pochi mesi e questo potrebbe essere un primo sbocco.”

Il video:

Selena Marvaldi- Isabella Ippolito