Attualità, Home — 1 marzo 2018 alle 12:42

IMPERIA. MALTEMPO. CESSA IL LIVELLO CRITICO, L’ARPAL DIRAMA L’ALLERTA GIALLA PER NEVE/LE PREVISIONI

Dopo le nevicate di questa notte , che hanno imbiancato tutta la costa imperiese, le frazioni e l’entroterra, la situazione sembra essersi stabilizzata

di Redazione

mediterraneo11452

Imperia. Dopo le nevicate di questa notte , che hanno imbiancato tutta la costa imperiese, le frazioni e l’entroterra, la situazione sembra essersi stabilizzata. L’Arpal declassato il livello di allerta meteo da rossa a gialla.

Nei comuni costieri , l’allerta gialla resterà in vigore sino alle ore 18 di oggi per poi scendere a verde. Nei comuni interni invece il livello di allerta gialla , viene prolungato sino alle ore 15 di domani, venerdì 3 marzo. 

LA SITUAZIONE: nella notte si sono avute nevicate diffuse, a carattere nevoso anche sulle coste ed in prevalenza deboli, anche se localmente si sono avuti rovesci più intensi. Segnalati fenomeni da moderati a forti sul confine francese con accumuli nevosi di diversi centimetri. Qualche accumulo superiore è stato registrato anche nell’interno ligure dai nivometri della rete ARPAL: 5 cm a Triora, 8 cm Monte Settepani, 9 cm ad Urbe, 4 cm a Sesta Godano. Nevicate segnalate su tutti i tratti autostradali della regione ma senza particolari criticità. La ventilazione è sostenuta da Nord, Nord-Ovest con raffiche di 109.4 km/h a Marina di Loano e 84.6 al Colle di Cadibona. Le precipitazioni intermittenti sono riprese, a metà mattinata, soprattutto nella parte centrale della regione.

Le temperature minime sono rimaste sotto lo zero in gran parte della regione: i valori più bassi, per zone, sono quelli di Monte Settepani (Savona, -12.4), Poggio Fearza (Imperia, -9.5), Monte Pennello (Genova, -8.9), Taglieto e Casoni di Suvero (La Spezia, -7.6). Sottozero anche le città capoluogo: La Spezia -1.2, Genova -1.1, Savona e Imperia -0.8. Alle 12 le temperature si sono alzate soprattutto nell’estremo Ponente (Sanremo 7.4), ma nelle zone interne e nella parte centrale della regione erano ancora molto basse (Savona -0.1, Genova Centro Funzionale -0.7).

Nelle prossime ore sono attese ancora precipitazioni a carattere nevoso anche lungo la costa sempre nella zona centrale della regione mentre il rialzo termico in quota impedirà il ripresentarsi della neve soprattutto lungo la costa dell’estremo Ponente.

Domattina, poi, è atteso un nuovo passaggio perturbato che potrebbe provocare nuove nevicate: se nella notte trascorsa l’elemento che ha attenuato le precipitazioni nevose è stato il vento, nella giornata di venerdì sarà la temperatura il fattore discriminante. Basta, infatti, una differenza anche solo di mezzo grado, in più o in meno in quota o al suolo per determinare la trasformazione della precipitazione da nevosa in pioggia e viceversa. Attenzione anche alle gelate diffuse e ai possibili episodi di gelicidio.

LE PREVISIONI

OGGI, GIOVEDÌ 1 MARZO

Precipitazioni a carattere nevoso su tutta la regione; deboli su costa di BC, possibili spolverate nevose fino al pomeriggio/sera su costa di A. Nevicate tra deboli e moderate nell’interno. Zero termico in rialzo e passaggio a pioggia sugli estremi della regione ad iniziare dalla costa. Possibili gelate diffuse con episodi di gelicidio nelle vallate interne. Venti settentrionali di burrasca sul Levante, burrasca forte sul Centro Ponente con raffiche fino a 90-100 km/h. Elevato disagio per freddo.

DOMANI, VENERDÌ 2 MARZO

Peggiora dalle prime ore del mattino con precipitazioni diffuse, a carattere nevoso, anche in forma di rovescio, di intensità fino a moderata nell’interno. Probabile trasformazione delle precipitazioni in pioggia nel corso dell’evento sulla costa di B, con possibilità di gelicidio. Possibili gelate diffuse con episodi di gelicidio anche nelle vallate interne. Venti da Nord di burrasca forte su AB, burrasca su CDE con raffiche fino a 80-90 km/h. Mare fino a loc. agitato su AB, mareggiata su C la sera. Disagio per freddo fino a moderato su ABCDE

DOPODOMANI, SABATO 3 MARZO

Nuovo impulso perturbato con precipitazioni diffuse anche a carattere nevoso su DE ed interno di B. Rialzo termico, specie sulla costa. Vento forte da Nord su AB con raffiche fino a 70-80 km/h. Mare localmente agitato al mattino su C. Disagio fisiologico per freddo su BDE.

La suddivisione del territorio regionale per zone di allertamento è la seguente:

  • A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa
  • B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno
  • C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla
  • D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida
  • E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia