Home, Politica — 25 marzo 2014 alle 13:03

MANCATO RISCONTRO ISPRA ALLA PROPOSTA DI CALENDARIO VENATORIO. LA RICHIESTA DI BRUZZONE

Mancato riscontro ISPRA alla proposta di Calendario venatorio regionale 2014/2015, Francesco Bruzzone scrive al Ministro dell’Ambiente

di Redazione

1150835_634856609865631_2014566269_n

Imperia – “Il capogruppo della Lega Nord nel Consiglio Regionale della Liguria ha inviato una lettera al dott. Gianluca Galletti, Ministro dell’Ambiente del Governo Renzi, per evidenziare il problema e chiedere un intervento urgente e risolutivo.

“Egregio Signor Ministro”, scrive il Consigliere Regionale del Carroccio, “il Consiglio regionale della Liguria ha l’ambizione di approvare il Calendario venatorio della prossima stagione tramite provvedimento amministrativo. A tal fine l’Ufficio di Presidenza Integrato del Consiglio regionale e la competente Commissione consiliare, su proposta del sottoscritto, hanno avviato il percorso per giungere all’approvazione dell’atto.”

“Tutto è però bloccato”, nota Bruzzone, “in quanto l’ISPRA non dà riscontro al parere chiesto dalla Giunta Regionale il 17 febbraio u.s. e i recenti ripetuti solleciti a nulla sono serviti. Il parere dell’ISPRA è obbligatorio e l’assenza di ciò ferma l’approvazione del Calendario venatorio. La volontà del Consiglio regionale Assemblea Legislativa della Liguria è pertanto tenuta ferma dall’inadempienza dell’ISPRA rispetto a un ruolo ad esso assegnato dall’articolo 18 della legge n.157/1992″.

“Chiedo pertanto un Suo intervento veloce e risolutivo affinché venga consentito al Consiglio regionale di svolgere il proprio ‘mestiere’ e di deliberare il Calendario venatorio così come previsto dalla legge statale. Le confesso che l’attuale stato ostativo delle competenze del Consiglio regionale ligure lede la mia serenità di Amministratore democraticamente eletto dalla Gente”, conclude il capogruppo della Lega Nord in Consiglio regionale.”

C.S.