Cronaca, Home, Imperia — 13 marzo 2018 alle 15:07

IMPERIA. IL COMUNE AGGIORNA IL PIANO DI PROTEZIONE CIVILE, SCUOLE CHIUSE IN CASO DI ALLERTA METEO ROSSA E ARANCIONE PER TEMPORALI/ECCO LE NUOVE DIRETTIVE

Approvato il nuovo piano di Protezione Civile per il Comune di Imperia.

di Redazione

Schermata 2018-03-13 alle 13.28.53

Approvato il nuovo piano di Protezione Civile per il Comune di Imperia.

L’ente che si occupa del coordinamento delle attività in tema di difesa e protezione della cittadinanza ha provveduto ad aggiornare le modalità di azione in casi di situazioni di emergenza, in particolare facendo riferimento al sistema di Allerta Meteo differenziato in 4 diversi livelli: verde, gialla, arancione e rossa.

Secondo il piano aggiornato, in caso di allerta meteo arancione per temporali è prevista la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, mentre per gli altri tipi di allerta (piogge diffuse, neve, vento, mare, ecc.), non è indicato alcun provvedimento. In caso in cui il livello fosse “rosso”, invece, è prevista la chiusura degli istituti scolastici indipendentemente dal tipo di allerta.

Sarà il sindaco di Imperia, Carlo Capacci, a rendere effettivo il piano a seconda dei casi, firmando le ordinanze di chiusura delle scuole in caso di necessità, così come suggerito dalla Protezione Civile.

Per quanto riguarda l’allerta meteo rossa, in cui si prevede un “grave pericolo per la sicurezza delle persone con possibili perdite di vite umane”, ecco come vengono classificati i possibili effetti:

- danni a edifici e centri abitati, alle attività e colture agricole, ai cantieri e agli insediamenti civili e industriali, sia vicini sia distanti dai corsi d’acqua, per allagamenti o coinvolti da frane o da colate rapide;

- danni o distruzione di infrastrutture ferroviarie o stradali, di argini, ponti e altre opere idrauliche;

- danni a beni e servizi;

- rottura di rami, caduta di alberi e abbattimento di pali, segnaletica e impalcature, con conseguenti effetti sulla viabilità;

- danni alle colture agricole, alle coperture di edifici e agli automezzi a causa di grandinati;

- innesco di incendi e lesioni da fulminazione.