Home, Imperia — 20 marzo 2018 alle 11:47

IMPERIA. LA UNO COMMUNICATIONS DEL SINDACO CAPACCI DICE ADDIO ALLA BANDA LARGA. RAMO D’AZIENDA CEDUTO ALLA BBBELL/I DETTAGLI

Un ramo d’azienda della Uno Communications acquisito da una società piemontese.

di Redazione

29467978_10213913817893516_4089470316525387776_o

Un ramo d’azienda della Uno Communications acquisito da una società piemontese. È questa la notizia che arriva direttamente dalla BBBell, azienda torinese, attiva in Piemonte nel settore delle telecomunicazioni wireless e della fibra ottica, dopo che è stato raggiunto l’accordo con la società leader in Liguria nel settore delle TLC Wireless, il cui amministratore delegato e maggiore azionista è il sindaco di Imperia Carlo Capacci.

Nel dettaglio, sarà ceduto il ramo d’azienda per le telecomunicazioni wireless (internet + telefonia fissa).

Con questa operazione BBBell consolida la sua posizione di leadership nel wireless nel Nord Ovest con oltre 22.000 clienti, circa 900 Comuni serviti con servizi di telefonia e internet ultra veloce fino a 1 Giga in 11 province e oltre 12 milioni di euro di fatturato aggregato.

BBBell, azienda torinese, leader in Piemonte nel settore delle telecomunicazioni wireless e della fibra ottica, ha raggiunto recentemente l’accordo per l’acquisizione del ramo d’azienda operante nello stesso comparto (internet + telefonia fissa) di UNO Communications, società con sede a Milano e leader in Liguria nel settore delle TLC Wireless.

Fondata a Imperia nel 1998, successivamente trasferita a Milano e attualmente attiva nelle 4 province della regione ligure, UNO Communications Spa continuerà a sviluppare a proprio marchio servizi wholesale nel settore TLC e il socio di maggioranza entrerà con una quota nel capitale sociale di BBBell.

A seguito di tale operazione il capitale sociale di BBBell aumenterà fino a 1,2 milioni di euro elevando la consistenza patrimoniale della società in vista anche dell’importante evoluzione ed espansione della società nel prossimo triennio.

Il ramo d’azienda che verrà incorporato conta oltre 10.000 clienti attivi, 360 postazioni ad alta tecnologia, 2000 km di dorsali radio e circa 700 km di infrastruttura di proprietà in fibra ottica su tutto il territorio ligure con un fatturato di circa 3,5 milioni di euro.

Con questa acquisizione BBBell consolida la propria leadership di primo operatore wireless del Nord Ovest in grado di offrire servizi di telefonia fissa, internet ultra veloce, videosorveglianza, centralini virtuali a oltre 22.000 clienti nelle province di Torino, Cuneo, Asti, Alessandria, Vercelli, Novara, Biella, Imperia, Savona, Genova e La Spezia per un totale di 900 Comuni serviti, una rete di oltre 750 postazioni di proprietà, 4000 km di dorsali radio e 700 km di rete in fibra per una copertura capillare ed estesa sui territori.

È da sottolineare, inoltre, che BBBell acquisisce da UNO Communications una licenza regionale WLL (Wireless Local Loop) valida per la Liguria, che si va ad aggiungere alle due già ottenute in Piemonte, nel 2015 e nel 2017. Tali licenze permettono a BBBell di operare su frequenze dedicate anziché su frequenza libera, con conseguenti prestazioni del servizio più elevate, connessioni più stabili e annullamento di eventuali interferenze sulle frequenze di onde radio.

L’operazione porterà i ricavi aggregati di BBBell a oltre 12 milioni di euro potendo contare su circa 45 dipendenti, 50 agenti commerciali, circa 35 tra tecnici e installatori e 20 service point operanti su entrambi i territori. Il piano di investimenti complessivo 2018-2020 per il territorio piemontese e ligure è di circa 25 milioni di euro.

La particolare conformazione orografica di molti territori del Nord Ovest rende infatti spesso difficoltosa la diffusione della banda ultra larga mediante fibra ottica o cavo. Grazie alle tecnologie messe a punto da BBBell e ai costanti investimenti in strutture e apparecchiature, è possibile superare i limiti territoriali e portare la connessione veloce fino a 1 Giga in zone non coperte da altri operatori.

Oltre a ciò BBBell – a seguito di un recente accordo con Open Fiber con un investimento di circa 5 milioni di euro in 3 anni - è entrata anche nel settore della fibra ottica con il marchio “Kiara” iniziando la vendita dei propri servizi internet + telefonia fissa nella città di Torino grazie alla tecnologia FTTH (Fiber to the Home). È intenzione dell’azienda proseguire su questo percorso in tutte quelle province, Liguria compresa, dove Open Fiber porterà la connessione in fibra.

“Con questa operazione – ha affermato il Presidente Enrico Boccardo - si consolida la nostra posizione di leadership sul territorio piemontese ligure e BBBell diventa a tutti gli effetti il più grande operatore di telecomunicazioni wireless del Nord Ovest”. “Tra i nostri obiettivi primari - ha proseguito Boccardo – vi sono quelli di rafforzare la nostra presenza nelle aree dove siamo già operativi e di promuovere un’espansione più estesa della copertura BBBell, anche in quelle zone penalizzate dal “divario digitale” dove aziende, privati ed Enti Pubblici necessitano sempre più di adeguati servizi di connettività stabile e veloce”.

“Sono molto soddisfatto – ha continuato Carlo Capacci, Amministratore Delegato e maggiore azionista di UNO Communications - dell’esito positivo dell’operazione e di entrare a far parte di una realtà in così forte espansione come BBBell. La comprovata qualità e affidabilità dei servizi BBBell, unite all’expertise maturata negli anni da UNO Communications nel settore specifico, sono certo ci permetterà di valorizzare il nostro investimento e consentirà un più rapido sviluppo dei servizi e delle coperture wireless sulla regione, attività molto difficile autonomamente per un solo operatore locale”.

“Sono certo – ha concluso Simone Bigotti Amministratore Delegato di BBBell - che presto potremmo annunciare il lancio di nuovi e sempre più evoluti servizi di telecomunicazione, grazie alle tecnologie innovative utilizzate dall’azienda nel campo della sicurezza, ad esempio, con i sistemi di videosorveglianza dedicati alle Pubbliche Amministrazioni locali e dell’archiviazione digitale”.

Costituita nel 2003, BBBell da oltre quindici anni si occupa di connettività veloce ultra larga sul territorio piemontese, anche nelle aree soggette a “digital divide”, sfruttando infrastrutture di proprietà con tecnologie alternative rispetto alle tradizionali, in grado di servire aziende, privati ed Enti Locali dislocati anche in aree rurali, dove altri operatori non arrivano. La società ha sede operativa a Torino dove lavorano circa 40 dipendenti e 30 agenti commerciali, 15 squadre di tecnici e oltre 30 partner commerciali, servendo più di 12.000 clienti.

 
 
 
lanterisakyultimodesk