Home, Politica — 26 marzo 2014 alle 17:57

REGIONI, WELFARE, VIA AD UN PATTO CON GOVERNO, COMUNI, TERZO SETTORE E SINDACATI

Un patto per il rilancio del welfare per mettere a fattor comune le risorse a disposizione, stabilizzandole per poter lavorare sulla programmazione

di Redazione
fonte immagine: www.lorenarambaudi.it

fonte immagine: www.lorenarambaudi.it

GENOVA.  “Un patto per il rilancio del welfare per mettere a fattor comune le risorse a disposizione, stabilizzandole per poter lavorare sulla programmazione.

E’ il risultato del primo incontro svoltosi quest’oggi tra il Ministro al lavoro e al welfare, Giuliano Poletti e gli assessori regionali alle politiche sociali, coordinati dall’assessore ligure Lorena Rambaudi, per fare il punto sui fondi a disposizione e le azioni da mettere in campo.

E’ stato un incontro molto positivo – ha detto la coordinatrice degli assessori in Conferenza delle Regioni, Rambaudi – che si è svolto in un buon clima di confronto. La commissione, come sempre si è presentata con una piattaforma comune con l’obiettivo di spendere bene le risorse che ci sono, stabilizzandole e lavorando sulla programmazione e di superare gli interventi assistenzialistici, facendo in modo che chi riceve aiuto dia qualcosa in termini di impegno personale per la propria autonomia e per la pubblica utilità”.

Nel corso dell’incontro le Regioni hanno espresso le loro perplessità sulla social card. “Si tratta – ha spiegato Rambaudi – di dubbi che erano già stai avanzati al Governo precedente, in quanto considerata una misura minima assistenzialistica di scarsa utilità la cui sperimentazione, già partita in dodici città italiane tra cui Genova, ha mostrato numerose criticità che devono essere affrontate prima di ampliare la sperimentazione a tutto il territorio nazionale”.

C.S.