Home, Politica — 27 marzo 2014 alle 14:40

QUARTO RATING DELLA REGIONE DI CONFARTIGIANATO. ROSSO: “BUON METODO PER FARE IL PUNTO”

Matteo Rosso, consigliere regionale di Forza Italia: “il Quarto rating della Regione di Confartigianato è ancora una volta una buona notizia perché rappresenta un buon metodo per fare il punto della situazione e comprendere cosa e come si può continuare a procedere nell’interesse dei territori e delle categorie produttive”.

di Redazione

forza italia

Imperia – Matteo Rosso, consigliere regionale di Forza Italia: “il Quarto rating della Regione di Confartigianato è ancora una volta una buona notizia perché rappresenta un buon metodo per fare il punto della situazione e comprendere cosa e come si può continuare a procedere nell’interesse dei territori e delle categorie produttive”.

Il Quarto rating della Regione di Confartigianato è ancora una volta una buona notizia perché rappresenta un buon metodo per fare il punto della situazione e comprendere cosa e come si può continuare a procedere nell’interesse dei territori e delle categorie produttive”. Così commenta il consigliere regionale di Forza Italia Matteo Rosso il documento realizzato da Confartigianato Liguria che oramai è diventato un appuntamento atteso e di grande importanza. L’esponente di Forza Italia continua: “ raccolgo l’appello lanciato relativamente al lavoro che dovrà essere portato avanti in questo ultimo anno di legislatura: è vero è necessario uno scatto di reni su lavoro e sviluppo soprattutto in una regione come la nostra dove i dati macro economici sono preoccupanti”.

Ci tengo a sottolineare – aggiunge il consigliere regionale di Forza Italia – che il Rating che ogni anno Confartigianato presenta rappresenta un modo di procedere che io personalmente apprezzo moltissimo. Basare la valutazione dell’operato degli amministratori pubblici sul conseguimento degli obiettivi e sulla meritocrazia reale, cioè la concreta attività portata avanti all’interno dell’Istituzione regionale, è un ottimo metodo che funziona anche come sprono a lavorare ancora meglio e di più. Mettere tra le priorità la salvaguardia ed il sostegno alle micro e piccole imprese artigiane presenti sul nostro territorio e che rappresentano l’ossatura socio economica della Liguria vuole dire porre al centro dell’attività politica ed amministrativa dell’Ente Regione le reali esigenze produttive della Liguria e delle tante famiglie che operano con fatica in questa fase veramente difficile e complessa. Credo ad esempio che l’attività che di concerto con Confartigianato abbiamo portato avanti sulla vicenda del contributo per l’acquisto delle parrucche a sostegno dei pazienti oncologici rappresenta un buon esempio di collaborazione tra Ente ed Associazione che ha raggiunto buoni traguardi a tutti i livelli istituzionali”.

I miei complimenti poi vanno all’Associazione perché è evidente che il lavoro che viene portato avanti è quello di mettere al centro ed analizzare la produttività della politica stessa, utilizzando metodi moderni e non sterili polemiche. Un lavoro impostato sul dialogo e il serio confronto che parte dalla presa in carico da parte dell’associazione dei fabbisogni della categoria che Confartigianato rappresenta con spirito di servizio e utilità. Quindi l’auspicio, oltre a quello che Confartigianato continui sulla strada tracciata dal Presidente di Confatigianato Liguria Gianfranco Grasso e dal Segretario regionale Luca Costi, è che anche altri settori prendano spunto da questo modo di procedere e utilizzino il criterio meritocratico, il dialogo costruttivo e la costante e continua sensibilizzazione delle Istituzioni come metodo di lavoro. E questo nell’interesse esclusivo di cittadini, mondo produttivo e Liguria tutta”, conclude Matteo Rosso.

C.S.