IMPERIA. TENTA DI SCASSINARE ALCUNE AUTO, ARRESTATO 36ENNE. IN TRIBUNALE:”CERCAVO SOLDI PER LE SIGARETTE”. IL GIUDICE…/L’UDIENZA

Cronaca Home

Nel corso dell’udienza è emerso che il nordafricano era stato fermato
a Pontedassio il giorno prima dalla Guardia di Finanza dopo aver…

arresto sigarette

Il giudice Massimiliano Botti ha convalidato l’arresto del 36enne fermato mercoledì scorso dalla Polizia mentre tentata di scassinare alcune auto nel parcheggio dell’ex pastificio Agnesi nel centro di Oneglia. L’uomo, tradotto in Tribunale a Imperia per la direttissima, ha raccontato al giudice di aver tentato di scassinare le auto in quanto cercava soldi per acquisare un pacchetto di sigarette.

Nel corso dell’udienza è emerso che il nordafricano era stato fermato a Pontedassio il giorno prima dalla Guardia di Finanza dopo aver evitato un posto di blocco a Diano Marina a bordo di un camion, in compagnia della moglie, evasa dai domiciliari, del figlio di appena un anno, e di un terzo uomo datosi alla fuga prima dell’arrivo delle Fiamme Gialle.

Nel dettaglio, il 36enne mentre tentava di scassinare le auto, è stato visto da alcuni cittadini che immediatemente hanno chiesto l’intervento della Polizia, giunta sul posto in pochi minuti. Incredibile, ma vero, il 36enne aveva tentato il furto mentre attendeva di salutare la moglie, negli uffici della Guardia di Finanza per formalizzare le pratiche dell’arresto per evasione dai domiciliari, che da lì a poco sarebbe stata tradotta in carcere.

Il giudice Botti dopo aver convalidato l’arresto ha disposto l’immediata espulsione, in quando il 36enne privo di permesso di soggiorno.

Segui Imperiapost anche su: