Home, Sport — 5 aprile 2018 alle 10:07

SAN LORENZO AL MARE. SABATO 7 APRILE AL PALASPORT IL SEMINARIO DI JIU JITSU BRASILIANO CON IL MAESTRO FEDERICO TISI

Sabato 7 aprile 2018, dalle ore 9.30 – alle ore 12.30, presso Palasport di San Lorenzo al Mare, si terrà un seminario di JiuJitsu Brasiliano, tenuto del Maestro Federico Tisi

di Redazione

Stage_Foto_2018

Sabato 7 aprile 2018, dalle ore 9.30 – alle ore 12.30, presso Palasport di San Lorenzo al Mare (adiacente alle scuole medie), si terrà un seminario di JiuJitsu Brasiliano, tenuto del Maestro Federico Tisi cintura nera 3 dan, pioniere di questa disciplina in Italia.

Federico Tisi è uno dei pionieri dello stile brasiliano di Jiu Jitsu in Italia. Inizia il suo percorso marziale all’età di 9 anni come molti altri bambini con lo judo, proseguendo poi nell’esplorazione di vari stili di arti marziali fino all’incontro con lo stile brasiliano di jiu jitsu avvenuto alla metà degli anni novanta. Appassionandosi immediatamente per questa disciplina all’epoca non ancora presente in Italia, inizia a viaggiare e ad invitare maestri stranieri a Roma per migliorare le proprie conoscenze e divulgare le disciplina.

Nel 1999 fonda l’’Accademia Tribe Jiu Jitsu volta alla diffusione dell’autentico stile brasiliano di jiujitsu attraverso corsi collettivi, formazione di insegnanti qualificati e seminari tenuti da maestri ospiti. Oggi L’accademia Tribe vanta sedi in tutta Italia ed un forte team di atleti agonisti.

Il Jiu Jitsu è un’Arte antica. Alcuni ne tracciano le origini molti secoli fa in India, ma probabilmente è molto più antica, almeno quanto lo è la necessità dell’uomo di trovare un modo per difendersi da un aggressore fisicamente più forte.

Nel suo percorso storico, il Jiu Jitsu si è sviluppato in India, espandendosi in Cina e poi in Giappone, dove ha ricevuto la sua denominazione che tradotta significa “arte cedevole” , e dove è diventato l’indispensabile bagaglio tecnico usato dai guerrieri dell’epoca per avere la meglio sul loro nemico a mani nude o con l’utilizzo di armi.

Verso la fine del diciannovesimo secolo il Jiu Jitsu è sbarcato in Brasile, dove nel corso del secolo successivo è stato fortemente diffuso e rielaborato dai fratelli Carlos ed Helio Gracie, a capo di una vera e propria dinastia di lottatori capace con il tempo di formare un proprio stile di jiu jitsu autoctono estremamente pratico ed efficace detto Gracie Jiu Jitsu o Jiu Jitsu brasiliano.

Sebbene lo stile Jiu Jitsu in questione sia fortemente orientato al combattimento, la pratica quotidiana di questa disciplina non è violenta, ma al contrario sicura e compatibile con persone di ogni genere, portando con sé una serie di benefici notevoli che vanno al di là di una già importante capacità di sapersi difendere in modo efficace da un aggressore.

La filosofia che regola il Jiu Jitsu rende spesso quest’Arte uno stile di vita per chi la pratica. Gli appassionati, se guidati nel modo corretto, trovano infatti una forte motivazione per adottare abitudini più salutari con indubbi benefici per la propria salute, e sviluppano una maggiore sicurezza in sé stessi e quindi una maggiore tranquillità non solo sulla materassina dell’Accademia, ma sopratutto nella vita di tutti i giorni.