Cultura e manifestazioni, Home — 10 aprile 2018 alle 11:18

L’EDIZIONE 2018 DEL VIDEO FESTIVAL IMPERIA A RISCHIO. DOPO LA RACCOLTA FONDI DEI CITTADINI, ARRIVA IL GEMELLAGGIO CON L’AZERBAIJAN/I DETTAGLI

Il Videofestival di Imperia è cresciuto fino a diventare un punto di riferimento mondiale per gli appassionati del settore

di Redazione

collage_videofestivalimperiaaje

Il Videofestival di Imperia è cresciuto fino a diventare un punto di riferimento mondiale per gli appassionati del settore. Lo testimoniano le adesioni record alla tredicesima edizione: 2107 i film in gara, in rappresentanza di 102 nazioni.

Eppure l’edizione di quest’anno potrà andare in porto soltanto grazie al contributo che i cittadini stanno generosamente elargendo tramite la raccolta fondi promossa da Cristina Tealdi e portata avanti su Facebook e presso l’edicola di Taty in via Cascione.

Il contributo che il Comune ha sempre stanziato, infatti, quest’anno non è stato ancora deliberato. La cosa ha provocato non pochi problemi, naturalmente, ma il direttore artistico Fiorenzo Runco e i suoi collaboratori non hanno mollato. Anche perché i riconoscimenti che a Imperia stentano, arrivano dall’Italia e dall’estero!

Sia il Presidente del Videofestival Imperia, l’attore Remo Girone, che il Direttore artistico Fiorenzo Runco sono stati chiamati alla direzione di una nuova manifestazione di cinema che andrà in scena nella città di Baku in Azerbaijan a settembre: il “Premio Zoroastro” Festival del cinema Italo-Azero.

Si tratta in sostanza di un gemellaggio dove Imperia porterà tutte le sue esperienze e competenze.

Il Festival è promosso e organizzato dalla casa di produzione cinematografica IMAGO Film Videoproduzioni in collaborazione con la casa editrice Sandro Teti Editore, con il Patrocinio dell’Università “La Sapienza” di Roma.

C.S.

 
 
 
ITALIE_PC_1980X1080-imperiapost_new