Cronaca, Home — 14 aprile 2018 alle 18:21

LATITANTE DAL 2015 SI NASCONDEVA IN UN’ABITAZIONE A IMPERIA: LA POLIZIA ARRESTA UN 68ENNE, TRUFFATORE SERIALE

Si nascondeva in un’abitazione di Imperia, ma gli investigatori della Questura, venuti a
conoscenza del luogo, lo hanno tratto in arresto nella giornata di ieri, venerdì 13 aprile

di Redazione

posti-di-blocco-polizia-antiterrorismo-imperia-5-1-16-5

Si nascondeva in un’abitazione di Imperia, ma gli investigatori della Questura, venuti a conoscenza del luogo, lo hanno tratto in arresto nella giornata di ieri, venerdì 13 aprile.
Si tratta di un pregiudicato italiano di 68 anni, da tempo latitante in quanto ricercato per una serie di truffe perpetrate nel Nord Italia, anche a Imperia. I giudici imperiesi infatti lo avevano condannato ad una pena di dieci mesi di reclusione per una truffa commessa nel capoluogo.

Truffatore seriale, proseguono le indagini per individuare eventuali complici

L’uomo, originario della Lombardia, era solito cambiare con frequenza il proprio domicilio, non solo per sfuggire alla cattura, era infatti ricercato dal 2015, ma anche per cogliere occasioni propizie per guadagnare illecitamente, nella fattispecie sfruttando le sue profonde conoscenze informatiche. Nella sua abitazione sono stati rinvenuti personal computer, telefoni cellulari ed altro materiale al vaglio degli inquirenti.

Un truffatore a tutto tondo, che utilizzava carte di credito clonate con le quali faceva acquisti, ma che non disdegnava raccolte di fondi per investimenti fittizi.Oltre ai molteplici reati per i quali è stato condannato, è attualmente indagato da varie Procure per ulteriori truffe commesse in Liguria, Piemonte e Lombardia, e ciò a dimostrazione della pericolosità del soggetto. Gli investigatori della Polizia di Stato di Imperia stanno ulteriormente indagando al fine di individuare eventuali complici dell’arrestato.

Ancora una volta la Polizia di Stato invita i cittadini, come già fatto nelle recenti campagne di informazione, dirette soprattutto agli anziani, a non credere a coloro che promettono guadagni irragionevoli ed irreali, poiché il rischio di finire vittima di truffatori è evidentemente molto elevato.