IMPERIA: CONDANNATA PER GLI INSULTI AL SINDACO DI VENTIMIGLIA IOCULANO. ROSELLA DOMINICI:”NON ESISTE. IO HO VISTO SOLO VIOLENZA”/LO SFOGO

Cronaca Home

È di pochi minuti fa la condanna dell’attivista Rosella Dominici (difesa dagli avvocati Fazio e Vitale) accusata di diffamazione aggravata ai danni del sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano (difeso dall’avvocato Roberto Vigneri).

rosella-dominici-processo-diffamazione-ventimiglia-ioculano-migranti

È di pochi minuti fa la condanna dell’attivista Rosella Dominici (difesa dagli avvocati Fazio e Vitale) accusata di diffamazione aggravata ai danni del sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano (difeso dall’avvocato Roberto Vigneri).

A seguito della sentenza pronunciata dal giudice monocratico Daniela Gamba, si sono sollevate le proteste degli attivisti e no borders presenti in aula e al di fuori del tribunale, accorsi in sostengo della Dominici.

“Siamo tutti con Rosella – hanno urlato gli attivisti – la pensiamo tutti allo stesso”.

Il commento dell’attivista Rosella Dominici a seguito della sentenza

“Non esiste proprio, ricorrerò in appello. Io sono a Ventimiglia da 4 anni, dall’inizio di giugno 2015. Quello che ho visto ai Balzi Rossi era accoglienza, quello che vedo ora a Ventimiglia è veramente vergognoso e lo può vedere chiunque.

Ognuno racconta cosa vuole, però io a Ventimiglia ci sono da 4 anni, insieme ai solidali. Se a 65 anni ho scritto quella cosa quella sera è perchè quello che visto è stato di una violenza allucinante”.

Le dichiarazioni degli avvocati Gianluca Vitale e Francesco Fazio

“Sentenza che arriva due giorni dopo l’ennesimo sgombero, questa volta del Roja. Dobbiamo aspettare ovviamente la motivazione e vedere come sarà argomentata questa sentenza.

Noi abbiamo indicato tutti gli elementi in base ai quali, secondo noi, le frasi e quella frase in particolare in base a quel momento particolare, non poteva e non doveva essere condannata. Era un momento particolare ed è una critica a un provvedimento, a un atteggiamento e un’operazione che secondo me andava assolutamente censurata anche in quel momento.

Vedremo, sicuramente non siamo soddisfatti. Non siamo in questo momento in grado di dire perchè c’è stata questa condanna, sicuramente faremo appello”.

La ricostruzione dei fatti che hanno causato l’accusa di diffamazione aggravata per Rosella Dominici

I fatti risalgono all’autunno 2015, quando, ai Balzi Rossi, il presidio a sostegno dei migranti bloccati al confine tra Italia e Francia, fu sgomberato dalle forze dell’ordine, così come richiesto dal sindaco di Ventimiglia Ioculano. Rosella Dominici, a seguito di quella giornata, pubblicò su Facebook un post apostrofando il sindaco con la parola “bastardo”, da lì la denuncia per diffamazione.

[wzslider autoplay=”true” interval=”6000" transition=”‘slide’” lightbox=”true”]

Segui Imperiapost anche su: