Cultura e manifestazioni, Home — 7 maggio 2018 alle 10:27

IMPERIA: GLI STUDENTI DEL LICEO AMORETTI ALLA PRIMA EDIZIONE DEL “DEBATE DAY LIGURIA”. “ESPERIENZA MOLTO ISTRUTTIVA”

Matteo Trincheri, Celia Barberis, Barbara Santoro e Alice D’Orio, del Liceo Amoretti di Imperia, accompagnati dalle docenti Montevecchi e Pelligra, hanno ottenuto un ottimo risultato

di Redazione

debate-day-liceo-amoretti-imperia

Si è tenuta nei giorni scorsi a Genova la prima edizione del “Debate Day Liguria“. Al torneo regionale hanno partecipato 40 studenti di 10 istituti superiori della regione. Tre le scuole superiori di Imperia: il Liceo Amoretti, lIstituto Ruffini che ha vinto, e il Liceo Vieusseux.

Matteo Trincheri, Celia Barberis, Barbara Santoro e Alice D’Orio, del Liceo Amoretti di Imperia, accompagnati dalle docenti Montevecchi e Pelligra, hanno ottenuto un ottimo risultato.

Ecco le testimonianze degli studenti del Liceo Amoretti di Imperia alla prima edizione del Debate Day Liguria

Matteo Trincheri:

“Inizialmente quando mi è stato proposto di partecipare come debater al primo incontro regionale ero molto dubbioso ma ascoltando varie testimonianze mi sono subito convinto a mettermi in gioco. La preparazione non è stata facile ma alla fine il risultato ritengo sia stato più che soddisfacente nonostante non siamo arrivati alla finalissima contro ragazzi evidentemente con una formazione maggiore”.

Barbara Santoro:

“Ho trovato questa esperienza molto istruttiva e formativa dal punto di vista della dialettica, dell’oratoria e e della retorica. Lo rifarei ancora. Ho imparato a relazionarmi con la mia squadra e a buttare giù idee per un buon dibattito in poco tempo. Spero di avere altre occasioni in questo campo”.

Celia Barberis:

“Sicuramente è stata una bella esperienza e anche se per me è sempre stato abbastanza difficile parlare in pubblico ma grazie a questa esperienza ho superato i miei limiti e mi ritengo molto soddisfatta. La preparazione è stata lunga ma siamo riusciti a gestire bene il tutto”.

Alice D’Orio:

“È stata un’esperienza molto bella e abbiamo imparato tanto. La difficoltà è stata quella di dover sostenere idee opposte alla nostra opinione personale: ma lo scopo del gioco è anche questo e penso sia uno dei fattori che più ci apre la mente. Penso che questa esperienza me la porterò dietro tutta la vita, mi ha insegnato ad essere più sicura di me stessa ed ad ascoltare sempre anche l’opinione altrui. È stato anche molto divertente ed è un esperienza che sicuramente rifarei e che consiglio di fare a tutti”.

 
 
 
POPUPOKLANT