Attualità, Home — 8 maggio 2018 alle 13:35

ANTARTIDE, UNA NOTTE LUNGA 3 MESI. IL MEDICO IMPERIESE ALBERTO RAZETO IN MISSIONE AL POLO SUD:”SAREMO ISOLATI DAL RESTO DEL MONDO, CON TEMPERATURE A -85°”/LE IMMAGINI

Testimone di questi suggestivi panorami è il medico imperiese Alberto Razeto, partito per l’estremo sud lo scorso novembre per la spedizione Antartica Italiana del PNRA (Programma nazionale di Ricerche in Antartide).

di Gaia Ammirati

polo-sud-antartide-missione-base-concordia-alberto-razeto

Il sole è tramontato sull’Antartide e non tornerà prima di 3 mesi. Testimone di questi suggestivi panorami è il medico imperiese Alberto Razeto, partito per l’estremo sud lo scorso novembre per la spedizione Antartica Italiana del PNRA (Programma nazionale di Ricerche in Antartide).

La missione antartica dell’imperiese Alberto Razeto

Si tratta della 33esima spedizione Antartica Italiana del PNRA (Programma nazionale di Ricerche in Antartide), un progetto finanziato dal Miur, coordinato dal Consiglio Nazionale di Ricerca e reso operativo da Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile). L’esperienza si svolge all’interno della base italo francese Concordia che si trova 3.300 metri all’interno del plateau antartico, ed è mirata alla ricerca spaziale biomedica, dalla glaciologia all’astronomia, dalla fisica dell’atmosfera alla climatologia.

Il compito di Razeto è essere il medico della base, tenendo sotto controllo la salute dei partecipanti e intervenendo in caso di necessità dal primo soccorso alle operazioni chirurgiche.

Temperature estreme e isolamento

La squadra d’ora in poi dovrà affrontare un lungo periodo di buio, sfidando temperature fino a -85°, e sarà quasi totalmente isolata dal resto del mondo. Sono garantite, però, le comunicazioni attraverso la connessione internet, grazie ai satelliti. Sarà quindi un’avventura unica nel suo genere per tutti i partecipanti alla missione, che dovranno fare affidamento solo sulle loro forze per gestire qualunque tipo di emergenza.

La notte lunga 3 mesi al Polo Sud

Poco prima dell’inizio della lunga notte in Antartide, i membri della missione alla base Concordia hanno deciso di affrontare le temperature estreme per godersi un ultimo raggio di sole.

Questo è l’ultimo sole per i prossimi tre mesi – scrive Alberto Razeto – Io ed altri compagni di avventura abbiamo deciso di sfidare i – 85° e farci le ultime foto con la luce. Ora ci aspetta il buio per tutto il giorno.

La foto - conclude – è stata presa a mezzogiorno ed alba e tramonto si fondono praticamente insieme”.