Elezioni comunali 2018, Home — 16 maggio 2018 alle 20:58

ELEZIONI IMPERIA 2018: AUDITORIUM GREMITO PER LUCA LANTERI E I SUOI 152 CANDIDATI. “C’È SOLO INVIDIA PER QUELLO CHE STIAMO FACENDO, SIAMO UNA GRANDE SQUADRA”

Auditorium gremito nel pomeriggio di oggi alla Camera di Commercio di Imperia, per la presentazione dei 152 candidati all’interno delle 5 liste a sostegno del candidato sindaco del centrodestra Luca Lanteri.

di Redazione

luca-lanteri-candidato-sindaco-elezioni-imperia-2018-lega-forza-italia

Auditorium gremito nel pomeriggio di oggi alla Camera di Commercio di Imperia, per la presentazione dei 152 candidati all’interno delle 5 liste a sostegno del candidato sindaco del centrodestra Luca Lanteri.

Nel dettaglio, le liste sono Forza Imperia, Lega, Fratelli d’Italia, Progetto ImperiaVince Imperia.

Presenti anche il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, la vice presidente Sonia Viale, l’assessore regionale Marco Scajola, l’onorevole Flavio di Muro, il presidente del consiglio regionale Alessandro Piana, il senatore Francesco Bruzzone e il senatore Paolo Ripamonti  l’imprenditore Ivo De Michelis e il direttore generale dell’Asl Marco Damonte Prioli.

Luca Lanteri

“Non avrei mai più pensato qualche anno fa di trovarmi qua adesso con una sala magnifica e con tanti amici. Grazie di aver pensato a me, perché mai avrei pensato che occorresse la mia presenza. Sono stato onorato di essere stato chiamato da tutti i partiti del centrodestra. In passato ho dato tanto alla città, sono partito dal consigliere comunale, assessore, vice sindaco, ho seguito pratiche importanti, ora metterò tutto l’impegno a disposizione per far rinascere Imperia, una città meravigliosa.

Oggi è il momento dei candidati, di chi ci ha messo la faccia. Mi sono messo a disposizione per la causa. Quando abbiamo deciso è stato un dovere da parte mia. Grazie a tutti i candidati, alcuni hanno molta esperienza, tanti sono alla loro prima volta. 

Sulla scheda elettorale troverete il mio nome, con a fianco 5 simboli bellissimi. La prima è “Forza Imperia”. Questo non è un simbolo patacca, è la lista di Forza Italia, grazie di essere qui con noi questa sera.

La seconda è “Fratelli d’Italia”. Alcuni esponenti hanno abbandonato il partito, ma Lorenza si è impegnata tanto. Ha raccolto tanti amici, ha portato una bella squadra.

La terza è “Progetto Imperia”. Questa è una lista che ho confezionato per dare un apporto civico con persone che si riconoscono nel progetto del centrodestra senza rappresentare nessun partito. Li conosco tutti personalmente, dei quali do la massima garanzia di capacità e affidabilità. L’esperienza civica significa mettersi a disposizione della città, dei progetti, guardando anche con un’idea chiara della politica, rapportandosi con la regione, lo stato centrale, con la comunità europea. 

La quarta è “Lega”. Grazie di cuore, confido molto in voi sul vostro apporto in campagna elettorale. Confido tanto sul simbolo, perché avete un ruolo determinante per quanto riguarda il futuro del paese. Edoardo Rixi doveva essere qua con noi ma è stato intrattenuto da impegni romani.

La quinta è “Vince Imperia”. È una lista giovane, frizzante, che darà un contributo in innovazione e dinamicità. Grazie di essere qui con noi. 

Abbiamo fatto fatica, molti pensavano che non saremmo arrivati, invece siamo riusciti a fare tutto. Abbiamo predisposto le liste meravigliose. Abbiamo lavorato al programma, siamo stati i primi a stamparlo e ora è in distribuzione. Pensavamo di ricevere critiche strumentali, perché c’è chi lavora e c’è chi critica. Invece non ne abbiamo ricevute. Forse nessuno l’ha letto. C’è stato detto di rappresentare il partito del cemento, vuol dire che chi fa questa critica è fuori dal mondo e dal tempo. È stato detto che ci sono disegni sul piano regolatore, ma non esiste più da 21 anni, si chiama PUC. Ora facciamo fatica a garantire un futuro ai nostri figli, ci dobbiamo impegnare a far star bene i 40 mila abitanti che ci sono. Case ce ne sono fin troppe. Spero che ci saranno betoniere in funzione per rifare gli asfalti, le scuole, gli acquedotti. Vogliamo che la città migliori, una qualità di vita migliore. In particolare modo per gli anziani. La Regione ha unito le problematiche della sanità a quelle del sociale. Dobbiamo fare in modo che questo problema venga gestito in modo diverso. Dobbiamo garantire formule intermedie tra casa e casa di riposo, come l’assistenza domiciliare. Penso ad altre forme di residenza, come il co-housing. Dobbiamo fare in modo che Imperia diventi un elemento di attrazione per gli anziani del Piemonte e della Lombardia, dove trovare assistenza qualifica e vivere bene.

Il turismo. Abbiamo ragionato molto di questo settore. Non vogliamo dire delle parole fine a se stesse. Vogliamo fare veramente turismo, vuol dire creare le condizioni vere per fare turismo. Per farlo sono necessarie la qualità delle strutture e l’accessibilità, non ci possono voler 7 ore per tornare a Milano, chiedo l’impegno a tutti i parlamentari. Dobbiamo far uscire l’isolamento il ponente ligure. Fare turismo vuol dire muoversi su tutti i settori strategici, dall’urbanistica, bisogna programmare per riqualificare il patrimonio storico e artistico. Settore del commercio, bisogna favorire la crescita di attività commerciali nuove, nei borghi e nelle frazioni. Il settore della viabilità, la pista ciclabile per prima. Bisogna pensare a dei sistemi a pettine verso l’interno, piste per il trekking, nell’entroterra da valorizzare. Bisogna fare promozionemarketing nel modo giusto. Per avere visibilità la scala minima è quella regionale, proponendoci come Liguria. Dovremmo affidarci a questa struttura. 

Qualcuno parla di turismo elettorale. A me fa ridere, perché invece dobbiamo ringraziare il nostro presidente della Regione che viene da noi. Abbiamo dei parlamentari che ci seguono e dovremmo mandarli via? Tornate ancora e grazie di cuore.

Dobbiamo parlare anche di patto generazionale, bisogna lasciare spazio ai giovani, non con un candidato sindaco di più di 70 anni. Io ho 53 anni, non sono un bambino, non credo di dover andare ancora a scuola. Sono a disposizione. Invece vedo che c’è solo invidia per quello che stiamo facendo. Io farò il regista. Grazie a tutti i 5 gruppi che ci sostengono. Noi un passaggio lo abbiamo fatto, mentre qualcun altro sta promettendo decine di assessori, ma il problema non ci sarà perché perderanno. 

Io invece ho le idee chiare su come amministrare. Non ho promesso assessorati a nessuno. Ho scelto come braccio destro una persona eccezionale e preparata, anche se è stato criticato, Antonio Parolini. Si è messo a disposizione. È stato vergognoso accusare Parolini, perché è un amministratore di Arte e in passato un assessore bravissimo.

Ci sono 8 candidati sindaci, si rischia di creare confusione nella gente. Bisogna spiegare bene il nostro messaggio, deve vincere tutta la squadra. Non è una partita di singole preferenze, ma spiegate bene il programma. Mai più avrei pensato di avere 7 concorrenti e 18 liste. Pensavo di vedere anche il partito dei pensionati, saremo noi a rappresentare i loro problemi.

Il “Popolo della famiglia” pensavo che ci chiamasse, poi ho letto i nomi della lista, molte che conosco, brave persone. Sono rimasto esterrefatto, non è che hanno sbagliato sindaco?

Vinceremo certamente”.

Antonio Parolini

“La Giunta Regionale ci ha fornito tantissime risorse e ci è stata sempre vicino. Ci sono tutti gli elementi per vincere e per governare bene. C’è un candidato sindaco che si è messo completamente a disposizione. C’è una squadra di candidati favolosa, un programma consultabile da tutti. Questa sera è rappresentata tutta Imperia, tutte le categorie. Lavoreremo con impegno. Non dobbiamo criticare nessuno”.

Antonello Ranise, Forza Imperia

“Ringrazio tutti. È un onore essere qua, sono commosso per l’entusiasmo straordinario. Abbiamo saputo fare un ragionamento di squadra, abbiamo trovato il candidato giusto in questo momento storico. Non abbiamo fatto come altri che si sono autoproposti, ci siamo presentati in squadra e abbiamo fatto un passo di lato quando abbiamo visto la disponibilità di Luca. Una persona che sa fare politica, che sa ascoltare e che sa stare vicino alla gente. Ci conosciamo da una vita, conosco la sua famiglia. Il popolo della famiglia penso che sia con noi perché la famiglia è formata da persone che ci credono veramente.  I valori a cui ci ispiriamo sono autentici. Per quanto riguarda il punto di vista sociale sanitario, è un mondo difficile e in trasformazione. Il nostro ospedale fa squadra, c’è una qualità a Imperia e c’è bisogno di stare vicino alla gente e ai malati. Questo non è un simbolo patacca, è autenticato e certificato dal notaio e dal presidente Berlusconi in primis. Votare noi significa votare Forza Italia, e ringrazio tutti gli alleati. Ringrazio Giovanni Toti. C’è stato vicino dal giorno prima di essere eletto. Se la Regione ha vinto ha vinto anche grazie al ponente ligure. Abbiamo fatto un lavoro di squadra che continueremo. Ce ne fossero di assessori presenti h24 come Marco Scajola, che non ha avuto un passato facile per motivi personali. Noi facciamo squadra con stile e non abbiamo paura di nessuno. Siamo qua per rilanciare la città non per interessi personali”.

Piera Poillucci, Forza Imperia

“Ho vissuto 5 anni di sofferenza all’opposizione, è stata la porta in faccia ai nostri cittadini più deboli. Abbiamo visto negate le istanze dei lavoratori di fascia debole, di chi svolge per noi il servizio che tutti riteniamo umile ma è il più importanti, di chi ha disabilità. Amministrazione sorda, ottusa, menefreghista, incapace di ricevere le istanze di chi andava a bussare alle porte del nostro comune. Ti chiedo un impegno Luca, perché in questi anni ho dato la voce a costoro, e ho ricevuto “no” solo perché era l’opposizione a chiederlo. Ti chiedo di accogliere queste istanze e anche di chi sarà all’opposizione. Sei una persona seria, sensibile, quindi capirai le istanze dei cittadini. Non ho niente da chiedere per me, ma tanto per i nostri cittadini”.

Lorenza Bellini,  Fratelli d’Italia

“Siamo rimasti bloccati fuori perché c’è tanta gente che non è riuscita a entrare. La lista è composta da persone del territorio, molti lavorano. Abbiamo avuto difficoltà nel partito che abbiamo risolto brillantemente. Non volevamo perdere l’occasione di essere qui a sostenere Luca perché crediamo in lui e nel rinnovamento della città di Imperia. Crediamo che queste persone possano aiutare a fare Imperia una città migliore. Abbiamo molti giovani e che hanno attività sul territorio, che rappresentano molte categorie”.

Alessandro Savioli, Progetto Imperia

“Alcuni di noi hanno esperienza, altri alla prima avventura, ma siamo tutti decisi e convinti. Luca è la persona giusta per Imperia e rilanciare la città. Contiamo su di te”.

Monica Gatti, Lega

“É la prima volta che mi trovo davanti a un pubblico così numeroso. Il partito mi ha indicato come capolista della Lega, voglio ringraziare l’onorevole Edoardo Rixi. Voglio ringraziare l’onorevole Sonia Viale, l’assessore Stefano Mai, consigliere regionale Paolo Arienti, il presidente del consiglio regionale Alessandro Piana. L’onorevole Flavio Di Muro, Sara Foscolo e i senatori Francesco Bruzzone e Paolo Ripamonti. La Lega è stata assente dal palazzo civico in questi 5 anni, ma era presente sul territorio, a ogni chiamata è scesa in piazza per dare voce a ciò che il partito e  Salvini portano avanti. Siamo il primo partito della Provincia, questo mi fa onore. Significa che i cittadini ci vogliono vedere protagonisti nell’ambito dell’amministrazione della cosa pubblica. Sono tante le istanze del programma, dal decoro urbano alla sicurezza, i servizi pubblici, la città pulita. Vogliamo una città meravigliosa”.

Vittoria Stancanelli, Lega

“Volevo dire che io faccio parte di un’associazione per invalidi e disabili. Abbiamo 28 ragazzi volontari sul territorio. Vorrei una promessa, ossia che loro non passino più dalla porta secondaria”.

Giovanni Toti

È stata una lunga e bella serata e non era scontato essere cosi in tanti questa sera. C’è grande entusiasmo, un entusiasmo che nasce dalla voglia di fare le cose. Non era scontata questa serata. Hanno provato a dividerci in tutti i modi possibili, a dividere i partiti. Le persone che sono con me sul palco questa sera hanno fatto uno sforzo per stare tutti insieme. Tutti ci hanno rimesso qualcosa, chi negli affetti personali, chi nella propria vita professionale, ma nella convinzione che lo slogan è la forza di una squadra a cui tutti quanti devono alla fine votarsi, perché è quello che alla fine ci ha fatto vincere e ci ha fatto governare bene nelle altre città.

Un futuro migliore per la Liguria è possibile. È possibile anche un futuro migliore per Imperia, lo dico perché oggi è come il calcio d’inizio della partita che ci porterà alle elezioni. Oggi noi diciamo quei noi e quei si che ci tengono insieme. Diciamo no a chi preferisce la corsa da solo alla squadra compatta, no a chi si rassegna al declino del ponente pensando che sia inevitabile, rifugiandosi nel passato invece che guardare il futuro, diciamo no a chi crede che Imperia sia un capoluogo di provincia di seconda categoria, perché lontano dai centri principali.

Si arrabbiano tutti quando veniamo a Imperia per fare una giunta. L’abbiamo fatto ovunque, perché andare in un posto per affrontare i problemi con i Sindaci arrichisce. Chi critica è abituato a una politica chiusa nel palazzo e in trasferta non ci va volentieri. Sono critiche strumentali per difendere rendite di posizioni, per difendere il passato, di qualunque colore. Chi amministra deve prendersi dei rischi, costruire politiche che non attirino consensi oggi, ma portino benessere domani.

Oggi la critica maggiore rivolta a questa avventura politica è che siamo genovesi, arriviamo da Genova, decidiamo da Genova. Io credo, e non voglio farla troppo grossa, che tutto si possa riassumere con una frase pronunciata nel giugno del 1963 dal presidente Kennedy in visita a Berlino. Erano gli anni del muro, e parlando in una strada strapiena di berlinesi, Kennedy disse ‘ogni uomo libero, ovunque egli viva, oggi deve sentirsi un berlinese’.

Da dovunque si venga, oggi, chi crede che la politica non debba fare un passo indietro ma deve fare un passo avanti, deve consolidare il futuro, inventando ricette nuove e non lasciandosi trascinare, è imperiese. Siamo tutti imperiesi. Politica è interesse di tutti e non di qualcuno”.

Francesco Bruzzone

“Quanto entusiasmo. Noi facciamo del turismo elettorale? Noi stiamo girando per altre iniziative come queste, anche fuori dalla Liguria. Non è turismo elettorale, ma essere vicino al territorio. Se uno non lo fa, se ne sta chiuso dentro al Palazzo. Questo modo di fare politica non ci è mai appartenuto. Entusiasmo che vedo oggi, non l’ho mai visto da nessuna parte.

Il risultato è a portata di mano ed è sentito qui a Imperia come un’esigenza di cambiamento importante di questa città. Questa è la prima sensazione che ho. La forza della squadra è fondamentale.

Io fino a qualche settimane fa facevo parte di una squadra che con tante forza e con pochi numeri non ha mai traballato. Sono reduce da esperienze passate dove maggioranze ben più importanti traballavano, mancavano sempre i numeri. La coesione è fondamentale. In questa regione abbiamo dimostrato, con la coesione, di saper governare. È ora che anche Imperia si allinei politicamente agli altri tre capoluoghi”.

Ecco la diretta Facebook:

—-

Lista Progetto Imperia

  1. Alberti Luca, 35, agente immobiliare
  2. Balestra Fulvio, 55, architetto imprenditore
  3. Brancatisano Silvia, 38, impiegata
  4. Bruni Fulvio, 53, impiegato Autostrade dei Fiori
  5. Caria Alessandro, 46, coordinatore tecnico cooperativa
  6. Cassini Alessia, 19, Studentessa
  7. Contestabile Iolanda, 54, agente immobiliare
  8. De Martin Pinter Aldo (detto Demartin), 60, consulente finanziario
  9. Fabiano Andrea, 35, imprenditore
  10. Filippini Paola, 55, casalinga
  11. Forte Alessandra, 46, laureata in lingue e letterature straniere
  12. Giupponi Elisa, 30, casalinga
  13. Ghiglione Gianfranco, 59, imprenditore
  14. Guaglianone Alessio, 36, Geometra
  15. Guerrini Dalila, 32, consuletne marketing turistico
  16. Lanteri Mariangela, 28, geometra – laureata in architettura
  17. Lo Iacono Fabrizio, 27, geometra
  18. Losicco Giuseppe, 56, idraulico – Autostory
  19. Maiolino Giovanni (detto maio), 52, geometra
  20. Martini Marco, 24, imprenditore agricolo
  21. Massa Maurizio, 47, autista RT
  22. Merlino Alessandro, 42, autista RT
  23. Mirabella Rosa, 43, commerciante
  24. Montagna Tiziana, 51, geometra
  25. Palma Susanna, 44, insegnante
  26. Peirano Federica, 18, studentessa
  27. Ravetta Tiziana, 45, assistente amministrativa
  28. Savioli Alessandro, 43, funzionario tecnico
  29. Segreto Antonio (detto toni), 69, pensionato
  30. Sibilla Federica, 38, insegnante
  31. Tolu Maria Antonietta, 50, insegnante
  32. Gentile Carla, 70, pensionata

Lista Forza Imperia

  1. Antonello Ranise, Capolista (57 anni) Medico cardiologo
  2. Acquarone Ida (65 anni) Medico
  3. Giovanna Bonavia (67 anni) Pensionata
  4. Alberto Caprile (57 anni) Dirigente Pubblico
  5. Carmela Cataldi (66 anni) Dipendente ASL 1
  6. Maria Celestri (66 anni) Artista, Pittrice
  7. Giovanni Chiaraman (43 anni) Impiegato
  8. Rosa Conti (72 anni) Casalinga
  9. Cinzia Denegri (49 anni) Impiegata alla Diversità
  10. Angelo Francesco Dulbecco (29 anni) Coordinatore Regionale Forza Italia Giovani
  11. Giacomino Fassino (62 anni) Pasticciere
  12. Luisella Ferro (48 anni) Titolare Azienda Turistica
  13. Gianfranco Gaggero (62 anni) Impiegato
  14. Lorenzo Gala (76 anni) Pensionato
  15. Ilenia Ghiglione (45 anni) Dipendente ASL 1
  16. Alessandro Gizzi (42 anni) Operatore Ecologico
  17. Mary Hurn Gwendoline (74 anni) Pensionata, ex Commerciante
  18. Carlotta Lanteri (22 anni) Dipendente settore alberghiero
  19. Gianluca Lisa (62 anni) Medico
  20. Anna Modesti (56 anni) Dipendente ASL 1
  21. Michele Parisi (43 anni) Amministratore Immobiliare
  22. Alessandra Pipitone (50 anni) Commerciante
  23. Piera Poilucci (52 anni) Avvocato
  24. Jacopo Privitera (20 anni) Youtuber, Studente
  25. Francesca Ramella (38 anni) Geometra
  26. Lorenzo Reineri (50 anni) Autista Riviera Trasporti
  27. Dothea Revello (58 anni) Impiegata
  28. Franca Romeo (53 anni) Imprenditrice
  29. Riccardo Scussat (54 anni) Impiegato
  30. Giuseppe Soria (56 anni) Dipendente ASL 1
  31. Michela Todde (36 anni) Infermiera della Neonatologia
  32. Roberto Trincheri (42 anni) Impiegato

Lista Fratelli d’Italia

  1. BELLINI Lorenza, imprenditrice, 38 anni
  2. DUBERTI Filippo, consulente finanziario, 48 anni
  3. LODATO COSTA Alessandro, avvocato, 45 anni
  4. CALZAMIGLIA Marina, coltivatrice diretta, 55 anni
  5. BAROZZI Luca, impiegato e scrittore, 40 anni
  6. VULLO Annalisa, commessa, 38 anni
  7. VENTOSO Nicolò, insegnante, 25 anni
  8. MELI Rocco Roberto, pensionato ex polizia penitenziaria, 57 anni
  9. KENYERI Andrea, ufficiale di navigazione, 20 anni
  10. PARRAVICINI Franco Junior, venditore, 29 anni
  11. APOLLONI Daniela, 61 anni, insegnante
  12. RUBERTO Alberto, pensionato ex bancario, 74 anni
  13. MALATESTA Rosella, commerciante, 61 anni
  14. CORSARO, pensionato ex impresario, 68 anni
  15. GENTILE Sarah, segretaria, 25 anni
  16. GIACCHERI Roberto, pensionato ex forestale, 60 anni
  17. FERRANDO Giuseppe, agente finanziario, 50 anni
  18. GALA Antonio, artigiano, 49 anni
  19. MURRONI Pia Eliana, addetto alla sicurezza, 45 anni
  20. ISNARDI Bartolomeo, orafo, 64 anni
  21. QUILICI Lorenzo, consulente amministrativo, 33 anni
  22. CAPPELLETTI Cristina, ragioniera, 55 anni
  23. BURCIU Liliana, casalinga, 50 anni
  24. PELUSO Stefano, impiegato industriale, 55 anni

Lista Lega

  1. Silvia Avanzini, 32 anni, barista;
  2. Anna Cadile, 49 anni, impiegata;
  3. Claudio Campanini, 50 anni, commerciante;
  4. Roberto Ciccone, 58 anni, avvocato;
  5. Sonia Cometa, 26 anni, disoccupata;
  6. Nicola Crusco, 60 anni, commerciante;
  7. Pio De Gregorio, 53 anni, barista;
  8. Renzo Fazio, 64 anni, impiegato;
  9. Danilo Forte, 45 anni, geometra;
  10. Cinzia Gambetta, 61 anni, dipendente Asl;
  11. Christian Gastaldi, 24 anni, imprenditore agricolo;
  12. Monica Gatti, 48 anni, commercialista;
  13. Alessandro Gori, 62 anni, chirurgo;
  14. Tiziano Guarise, 49 anni, imprenditore;
  15. Katia Lanza, 44 anni, invalida civile;
  16. Lino Laurelli, 60 anni, impiegato;
  17. Aldo Mazzini, 55 anni, agente assicurativo;
  18. Massimo Merlino, 31 anni, parrucchiere;
  19. Helga Moraglia, 46 anni, studentessa universitaria;
  20. Gianni Mussini, 71 anni, ex dirigente;
  21. Alessia Pario, 26 anni, commessa;
  22. Francesca Peirano, 21 anni, studentessa;
  23. Guido Pregnolato, 28 anni, dipendente statale;
  24. Roberto Saltelli, 42 anni, imprenditore;
  25. Fulvio Santini, 54 anni, libero professionista;
  26. Mattia Sasso, 29 anni, assicuratore;
  27. Davide Scalzo, 43 anni, commerciante;
  28. Silvana Stancanelli, 58 anni, casalinga;
  29. Alessandro Tassara, 43 anni, geometra;
  30. Maria Luisa Trentadue, 58 anni, assistente sanitario;
  31. Simone Valente, 30 anni, ingegnere;
  32. Alessandro Vivaldi, 50 anni, ufficiale metrico della Camera di commercio.

Lista Vince Imperia

  1.  FERRARA Ornella 50 Casalinga, ex Atleta Professionista
  2. AL KAFFAF Dhia 73 Medico
  3.  BARATTO Maria-Beatrice 52 Giornalista
  4. BEQIRI Fatime 22 Casalinga
  5.  BESSONE Paolo 33 Impiegato e Istruttore di Arti Marziali
  6.  BUCCELLA Sabrina 36 Impiegata
  7.  CABRAS Laura 39 Impiegata
  8. CATINELLA Mariaconcita 34 Operatore Socio Sanitario
  9. CORBELLA Maria 47 Operatore Turistico
  10.  CORRADI Gianna 44 Avvocato
  11. COSCIA Maria (Adele) 56 Dipendente ASL 1
  12. DULBECCO Ugo 49 Vigile del Fuoco
  13. FIORI Fabio 19 Barman Hotel
  14.  GOLINO Marco 47 Direttore Centro di Formazione
  15. KASEMI Marsida 32 Consulente Legale
  16. LA MONICA Davide 33 Avvocato
  17. MARASCO Alessia 36 Barista
  18. MARINO Vincenza 43 Responsabile Commerciale
  19. MERLINO Alessandra 39 Impiegata di Patronato
  20. NIKPEY Ziba 64 Impiegata
  21. OZKILIC Ufuk 22 Operaio Edile
  22. PAPONE Benedetta 22 Studentessa Giurisprudenza
  23. PASTORELLI Davide 55 Impiegato
  24. PELIZZARI Donatella 49 Libera Professionista
  25. PIZZICAROLI Maria Margherita 54 Impiegata
  26. PRATO Paolo 45 Avvocato
  27. SCHENARDI Caterina 41 Insegnante
  28. SEGUINI Patrizia 40 Libera Professionista
  29. SICCARDI Enrico 43 Dottore Commercialista
  30. TEODORI Eugenio 63 Agente di Commercio
  31. TUFARELLI Rocco 49 Vigile del Fuoco
  32. TURI Mauro 45 Operaio
 
 
 
POPUPOKLANT