Home, Politica — 2 aprile 2014 alle 17:14

PISCINA E ADEGUAMENTO ISTAT. PAOLO STRESCINO BACCHETTA PIERA POILLUCCI: “SQUALLIDA E MENZOGNERA POLEMICA”

Dura presa di posizione del presidente del consiglio comunale Paolo Strescino in merito al pagamento
dell’adeguamento Istat da parte del Comune di Imperia alla Rari Nantes, società incaricata della gestione della piscina

di Redazione

STRESCINO

Dura presa di posizione del presidente del consiglio comunale Paolo Strescino in merito al pagamento dell’adeguamento Istat da parte del Comune di Imperia alla Rari Nantes, società incaricata della gestione della piscina.

In merito alla squallida e menzognera polemica di Forza Italia sulla questione piscina – scrive Strescino – mi preme far rilevare che un adeguamento ISTAT deriva, non già, da richieste di un tal partito o da un altro bensì dal rispetto delle norme e dei contratti. Capisco che la consigliera d’opposizione Poillucci, abituata ad aver a che fare con assessori al bilancio che per far quadrare i conti prediligevano la linea dei non pagamenti (ad esempio dei canoni demaniali proprio della piscina per non parlare di altri), si stupisca, oggi e, guarda caso, solo oggi, del fatto che l’ente comune abbia onorato, lo ripeto, un debito dovuto. Che poi perseveri, la simpatica consigliera, nel dire che Rari Nantes non adempia agli obblighi contrattuali fa specie, perchè la stessa consigliera per anni ha fatto parte della commissione di vigilanza del Comune di Imperia che avrebbe dovuto, proprio negli anni in cui governava Forza Italia, verificare dove i nostri soldi, ovvero quelli degli imperiesi, andassero a finire. Evidentemente non le interessava. Così come non interessava, a lei e ai suoi colleghi forzisti, sapere che la piscina a venti anni dall’inaugurazione, dicasi venti, non era neppure accatastata. Miracoli della politica del buon governo. Quella politica del buon governo che, guarda caso, attraverso regolare gara d’appalto, ha fissato anche i parametri economici che il Comune avrebbe riconosciuto al vincitore della stessa gara, compresi, ovviamente, gli adeguamenti ISTAT. La maggioranza dell’epoca, giusto perchè non sfugga a nessuno, era targata Forza Italia”.

Grazie
Paolo Strescino