Home, Politica — 19 maggio 2018 alle 16:49

ELEZIONI PIEVE DI TECO 2018: “PIEVE BENE COMUNE” PRESENTA IL CANDIDATO SINDACO RENZO BRUNENGO/ECCO IL PROGRAMMA

La lista civica “Pieve Bene Comune” si presenta per le prossime elezioni del 10 giugno 2018.

di Redazione

Schermata 2018-05-19 alle 16.47.24

La lista civica “Pieve Bene Comune” si presenta per le prossime elezioni del 10 giugno 2018.

La lista “Pieve Bene Comune”

“Pieve, Bene Comune” - spiegano i candidati - è la nuova lista civica che si propone di amministrare il Comune alle prossime elezioni del 10 giugno 2018 partendo dal concetto principe di base che: il Borgo di Pieve di Teco e le sue frazioni, devono essere salvaguardate, valorizzate ed amministrate come un PREZIOSO BENE COMUNE.
Tanto nell’interesse locale e provinciale, quanto come dovere nazionale”.

Perchè “Pieve, Bene Comune”?

“Perchè l’Italia è il paese dei Borghi ed essi sono il dna dell’Italia. Ognuno di essi ha contribuito a fare dell’Italia il paese unico al mondo che è per storia, arte e cultura! Pieve di Teco e le frazioni Acquetico, Calderara, Lovegno, Moano, Muzio, Nirasca e Trovasta, sono borghi ed in quanto tali sono parte integrante di questa magnifica storia! Devono essere salvaguardati e valorizzati per proteggere il nostro patrimonio!

Pieve di Teco e le sue frazioni devono essere una scelta di vita. Si deve voler far parte di questa storia, che merita di essere protetta e tramandata nel tempo.

Pieve di Teco non deve essere gestita come una periferia. Non vogliamo più vedere e vivere il degrado attuale! Non dobbiamo essere un ripiego, un posto dove gli immobili hanno minor valore rispetto alla riviera.

La natura del nostro entroterra è un luogo dal fascino unico. Deve essere protetta e valorizzata in quanto valore aggiunto di un territorio troppe volte dimenticato e sconosciuto ai più.
Per noi è sacrosanto e chiarissimo il fatto che “l’essere Borgo” sia un valore inestimabile, non solo per chi c’è nato ma anche e soprattutto per chi in luoghi come questo decide di viverci e/o di trascorrerci il proprio tempo libero da turista.

NOI vogliamo offrire il nostro contributo attivo per valorizzare ciò che già il luogo offre e progettare ed integrare la dove sia utile e necessario.
Vogliamo contribuire a renderlo un luogo ancor più speciale, dove la qualità della vita ed il benessere siano di un livello superiore”.

NOI VOGLIAMO FARLO E SAPPIAMO COME FARLO

Vogliamo offrire a Pieve di Teco e alle sue frazioni la possibilità di diventare un luogo più accogliente, ospitale, con maggiori servizi, dove “sinergia e collaborazione” devono essere i principi fondamentali dell’AGIRE COMUNE.
La stessa sinergia che Pieve di Teco deve avere con l’Unione dei Comuni dell’Alta Valle Arroscia in un unico grande gioco di squadra!

NOI VOGLIAMO LAVORARE PER IL BENE COMUNE

Il candidato Sindaco Renzo Brunengo

“Il nostro gruppo di lavoro “Pieve, Bene Comune” ha individuato in Renzo Brunengo il rappresentante di lista e candidato Sindaco alle prossime elezioni comunali del 10 giugno 2018.

La sua profonda esperienza a livello amministrativo, la sua conoscenza ed il grande attaccamento al territorio, il suo spirito di collaborazione, la sua capacità di rapportarsi con la popolazione di ogni generazione unito alla sua disponibilità di tempo personale utile, ci ha fatto prendere questa decisione.

E’ proprio il TEMPO un elemento determinante e fondamentale che non possiamo più sprecare.
Dobbiamo lavorare subito per la riqualificazione di Pieve di Teco e cercare di recuperare il troppo tempo perso”.

QUESTO PER NOI E’ UN DOVERE!

QUESTO E’… PER IL BENE COMUNE

I candidati:

Renzo Brunengo, candidato alla carica di Sindaco

Candidati alla carica di consigliere: Belmonti Alessandro – vigile del fuoco; Buratto Marco – commerciante; Cepollini Renato – agente commercio; Lanteri Camilla – segretaria dipendente; Masili Marcello – Ingegnere; Molinari Camilla – Dott. in economia aziendale; Muià Tiziana – casalinga; Pignone Francesco – artigiano; Roggero Franco – Medico; Rosta Dario – Lavoratore autonomo

Età media dei candidati anni 43

- IL PROGRAMMA -

Abbiamo programmato un insieme di interventi che siamo sicuri daranno a Pieve e le sue Frazioni, tutto un nuovo valore in termini di VIVIBILITA’ ed ACCOGLIENZA, incrementando significativamente la valorizzazione generale di tutto il territorio.
Li abbiamo raggruppati in due macro-insiemi in base all’urgenza e alla fattibilità temporale.

Di seguito i lavori prioritari:
riqualificazione ambientale e decorativa delle rotatorie viarie di accesso a Pieve di Teco su SS28 e riordino segnaletica stradale ;
studio coordinato e cooperativo con enti ANAS e Provincia per risoluzione dei problemi esistenti inerenti la viabilità ;
riorganizzazione chiara, semplificata ed agevole degli orari e dei giorni di apertura al pubblico degli uffici comunali;
pianificazione ed aggiornamento degli orari di visita dei principali monumenti, musei, mostre ed organizzazione di visite guidate;
riorganizzazione e/o rinnovamento della segnaletica direzionale turistica dei principali monumenti di Pieve di Teco e delle frazioni;
creazione servizio di informazione, promozione ed accoglienza denominato “PRONTO COMUNE – INFO POINT” ;
cura del verde pubblico, istallazione di fioriere ed arredo urbano quali panchine e cestini di raccolta differenziata;
riordino e ripristino accesso ai servizi igienici pubblici in Pieve di Teco;
recupero, riordino e valorizzazione degli impianti sportivi in collaborazione con Associazioni ed Enti di promozione sportiva (Campo da Calcio, Parco Roba, Sferisterio);
nuova organizzazione di servizio di pulizia stradale per le Frazioni con contributi messi a disposizione dei Consorzi e delle associazioni locali;
impegno attivo per un ripristino adeguato del servizio di trasporto pubblico tratte Pieve- Imperia e Pieve- Albenga;
Ultimazione dei lavori nella ex Caserma per trasferirvi l’Asilo Nido e massima attenzione ai problemi dell’Istituto comprensivo scolastico;
impegno attivo, in collaborazione con gli enti e le autorità competenti, nel far applicare le adeguate limitazioni di transito ai mezzi pesanti in Pieve di Teco;
costituzione di nuova PRO LOCO per sviluppo e promozione locale e del territorio;
valorizzazione dei mercatini a cadenza mensile ed organizzazione di ulteriori manifestazioni da inserirsi in una nuova programmazione di eventi annuali;
attuazione di nuove strategie di “social media marketing” finalizzate ad aumentare il flusso turistico e la visibilità di Pieve e delle Frazioni
avviamento di procedure d’ammissione al club de “I Borghi più belli d’Italia” finalizzato all’ottenimento un maggior riconoscimento qualitativo del borgo nonché al fine di informare e promuovere il valore generale di Pieve di Teco e delle Frazioni;
sviluppo progetto “PERCORSO NATURAambiente, salute, storia” pensato per la riqualificazione degli antichi sentieri e strade rurali (riordino, tracciatura e creazione di mappe specifiche) con finalità di valorizzazione e promozione turistico-culturale-sportiva, in collaborazione con Federazioni ed Associazioni specializzate nel settore dell’escursionismo e dell’outdoor.

L’esecuzione immediata di questi primi interventi sarà garanzia di miglioramento della qualità della vita locale nonché base fondamentale del rilancio turistico-culturale ed economico generale!
Di primaria rilevanza sarà anche l’attenzione che dedicheremo fin da subito alla sanità locale che, a causa del pensionamento di più medici di medicina generale (MMG) e ai nuovi indirizzi in merito alla politica sanitaria locale-regionale-nazionale, rischia di essere fortemente penalizzata e di non garantire il necessario servizio al nostro territorio.

NOI CI BATTEREMO CON OGNI MEZZO PER AVERE PIU’ ASSISTENZA E PIU’ SERVIZI NEL SETTORE DEL SOCIALE!

Al fine di incrementare in maniera costante e significativa lo sviluppo generale del territorio, proponiamo questi altri interventi da eseguire nel medio- lungo periodo:

progettazione ed organizzazione del “MUSEO DEGLI ALPINI” all’interno della ex caserma Manfredi con valorizzazione dei locali in totale o parziale disuso;
riqualificazione e valorizzazione dei locali ex Teatro Rambaldi con supporto di Enti e/o Associazioni Culturali;
rifacimento e riqualificazione di Piazza Cavour e del piano viario di Via De Filippi ;
Ricerca di finanziamenti per l’acquisto di nuove tribune a norma, da collocare nel campo di pallapugno e sostegno finanziario a questo storico sport;
installazione impianto d’illuminazione specifico per la valorizzazione storico-architettonica dei monumenti di principale interesse in particolar modo dell’area Mulino del Longo e della Colleggiata San Giovanni Battista oltre al posizionamento della cartellonistica informativa dedicata;
ristrutturazione e risanamento conservativo dell’ex-Convento degli Agostiniani (necessaria reperibilità di fondi), quale patrimonio storico nazionale da tutelare e valorizzare come già previsto nel programma di lavoro del FAI (Fondo Ambiente Italiano);
sviluppo progetto “PIEVE CONNECT” finalizzato ad offrire un servizio di rete WI-FI pubblico libero tanto a Pieve quanto alle Frazioni e con la possibilità di installare SISTEMI di SICUREZZA WIRELESS per la videosorveglianza del territorio;
studio di un progetto di riqualificazione dell’intera area “Piani di San Giovanni” finalizzato alla creazione di nuovi servizi quali: parcheggi pubblici per auto, pullman e camper; nuove aree attrezzate sportive di vario genere (installazione di pareti artificiali attrezzate per l’arrampicata); pista a circuito su terreno sterrato per MTB e/o “pump truck” e/o Kart Cross;
istallazione di STAZIONE DI RICARICA per auto e bici elettriche al fine di offrire un servizio innovativo ed ecologico per la nuova mobilità in forte sviluppo (primo punto di ricarica su SS28) con la possibilità di sosta e quindi di visita per un pubblico di passaggio e soprattutto per l’interesse generabile per un turismo sportivo outdoor con MTB e-bike .

Per la realizzazione di questi interventi, che verranno gestiti con la massima proficuità temporale ed economica, sarà nostra premura ed impegno essere attivi nel reperire i tutti i fondi necessari e disponibili!
Sarà costante il nostro impegno a monitorare le risorse messe a disposizione nella programmazione europea.
Noi conosciamo i meccanismi che regolano questi finanziamenti e sappiamo gestire il ciclo dei progetti in base alla rilevanza, fattibilità e sostenibilità.
La nostra attività di reperibilità di risorse sarà attiva anche nel partecipare ai bandi di finanziamento regionali e ministeriali, così da offrire anche ai privati l’opportunità di un rinnovo architettonico dell’esistente utile alla valorizzazione e alla conservazione del patrimonio urbano presente .
Anche questi interventi saranno determinanti a far riacquistare valore agli immobili di Pieve di Teco e delle Frazioni, così da rafforzare il sentimento di appartenenza al luogo e per generare più interesse e rispetto da parte dei turisti. In sostanza per far decollare un’economia turistica che produrrà BENESSERE PER TUTTI!

Di seguito anche gli interventi primari che abbiamo programmato specificatamente per le FRAZIONI:

in Fraz. Moano: costruzione di un cordolo con protezione a valle lungo la via centrale del paese ed installazione di ringhiera di protezione; installazione impianto di illuminazione zona isola ecologica; risoluzione del problema rete internet;
In Fraz. Acquetico: ripristino di strada direzione Colla Reo; richiesta finanziamenti per realizzazione di opere a contrasto del dissesto idrogeologico del paese (classificato a forte rischio); realizzazione di n° 2 parcheggi; in accordo con ANAS, installazione di dissuasori di velocità e cartellonista dedicata su tratto di SS28 passante per il paese;
In Fraz. Calderara: recupero edificio ex scuola/Comune; ripristino viabilità per cimitero; creazione di nuovo parcheggio;
In Fraz. Nirasca: recupero strade storiche pedonali;
In Fraz. Trovasta: sistemazione fognatura e acquedotto; posizionamento n°. 2 nuovi punti luce; riordino vecchie strade interne all’abitato; parcheggio pubblico;
In Fraz. Lovegno: riordino e sistemazione delle strade interne;
In Fraz. Muzio: Nuovi punti luce; sistemazione strade d’ingresso ed uscita dal parcheggio.

Per tutte le Frazioni, è previsto un potenziamento dei punti luce e la valorizzazione delle antiche mulattiere di collegamento.
Sarà sempre nostro impegno e premura gestire tutte le situazioni non indicate nel presente programma, che i cittadini avranno la gentilezza di segnalarci.

Breve riflessione

Caro concittadino: fai la cosa che ritieni più giusta ovviamente. Guardati attorno, pensa a quello che siamo oggi e a quello che vorresti per il futuro…
Ricorda:

“Il BENE COMUNE indica il bene della collettività e delle singole persone, di tutti e di ciascuno, un bene che è collettivo ed individuale al tempo stesso”_ cit. Cathopedia

 
 
 
lanterisakyultimodesk