Cultura e manifestazioni, Home — 12 giugno 2018 alle 19:38

IMPERIA: “INEJA 2018″. DA GIOVEDÌ 14 GIUGNO AL VIA LA 38ª EDIZIONE DELLA FESTA DI SAN GIOVANNI. “UNA TRADIZIONE PER VALORIZZARE LA NOSTRA CITTÀ”/FOTO E VIDEO

Prenderà il via giovedì 14 giugno la 38ª edizione di Ineja, la festa in onore di San Giovanni, organizzata dal Comitato San Giovanni e Tradizioni Onegliesi,

di Redazione

Schermata 2018-06-12 alle 16.21.49

Prenderà il via giovedì 14 giugno la 38ª edizione di Ineja, la festa in onore di San Giovanni, organizzata dal Comitato San Giovanni e Tradizioni Onegliesi, che ogni anno si svolge tra Piazzale Padre Cristino da Oneglia, Largo Terrizzano, Calata GB Cuneo e Piazza De Amicis.

Fino al 25 giugno, sono previsti giorni dedicati al buon cibo ligure, stand, musica e divertimento. Il Villaggio di San Giovanni ospiterà attività ludico-ricreative, gastronomiche, spettacoli, mercatini e molto altro.

Marco Podestà

“Siamo alla 38ª edizione, un lungo percorso di tante gente. Ringraziamo e ricordiamo sempre tutti i volontari, dall’inizio a quelli di oggi che comunque consentono di fare questa festa , oltre 120 persone. Un evento importante.

Grazie a chi ci ha preceduto, siamo qua alla 38ª edizione, sempre con il nostro format tradizionale. 15 giorni di gastronomia, spettacoli, giochi per i bimbi, associazioni, i fuochi. Siamo nella tradizione con qualche novità man mano che la gente verrà a trovarci.

Quest’anno ci sarà un campo per lo sport, dove si alterneranno basket, rugby, calcio e pallamano.

Sempre nello spirito di valorizzare e far venire fuori le cose belle di questa città, come il volontariato. Avremo un tema dominante del sociale, quest’anno è il sostegno, la collaborazione con la Croce Rossa qua al comitato. Dalla prima edizione c’è questo sostegno reciproco, lo abbiamo strutturato e quest’anno è dedicato a loro. I nostri sforzi sono dedicati al sostegno della Croce Rossa”.

Gualtiero Coniglio – Commissario Croce Rossa di Imperia

“Grazie alla disponibilità di Podestà e di tutto il comitato dei festeggiamenti di San Giovanni, quest’anno abbiamo la possibilità di essere molto più visibili all’interno della manifestazione.

In questo momento abbiamo dei nostri volontari che stanno sistemando, allestendo tende, gazebo e quant’altro. Non per altro devo anche sottolineare che il Comitato San Giovanni ci da una mano a livello pubblicitario. Abbiamo concordato alcune azioni da intraprendere nel proseguio della nostra attività di Croce Rossa e il Comitato si è dato disponibile a supportarci anche dal punto di vista propagandistico e dal punto di vista di supporto economico.

Alcuni proventi da quello che uscirà dalla sagra, verranno devoluti a favore della Croce Rossa per il rilancio di questo comitato che è un comitato storico e risale alla fine del 1800.

Attività che ci siamo proposti di fare che il Comitato San Giovanni ci supporterà sono alcune manifestazioni all’interno della nostra storica sede. Abbiamo pensato e abbiamo deciso con tutti i volontari del comitato di cercare di valorizzare magari facendo delle piccole manifestazioni a favore della città di Imperia.

Permette alla Croce Rossa di svolgere la sua attività istituzionale che non è solamente quella dell’ambulanza che corre, per altro importantissima ma attività volte al sociale, volte a diffondere la mentalità di Croce Rossa e cercare di essere utile alla società”.

Carlo Capacci

“Mi ha fatto piacere essere qua per credo la mia ultima conferenza stampa in qualità di sindaco della città di Imperia, per parlare della festa di San Giovanni che sempre di più fa parte della nostra città.

È un evento che credo si possa definire l’apertura del calendario manifestazioni della città di Imperia.

C’è la stretta collaborazione con il Comune, tutti conoscono la festa. Ringrazio il Comitato perchè si da da fare e organizza un evento di grandissimo livello che dura 15 giorni, nei quali tutti i cittadini e turisti hanno punto di riferimento sulla Calata Cuneo e sulla banchina”.

Massimo Roggero

“Ineja food è una branchia del Comitato San Giovanni che si occupa del cibo. Nella fattispecie io mi occupo della logistica del cibo, l’amico Guasco con le sue competenze della squadra alberghiera si occupa di cibo direttamente.

Ineja Food porta avanti il progetto di portare il nostro cibo, lo Stoccafisso e altre cose importanti, da Imperia in giro per l’Italia. Abbiamo un progetto ‘camminanmangiando’ che si è fermato per adesso a Pieve di Teco, oggi con la comunicazione è arrivato a Cuneo e speriamo nel 2019 di arrivare a Cuneo con il pentolone Ineja e chissà, magari anche a Torino”.

Sulla manifestazione curiamo tutta quella che è la logistica del cibo, l’organizzazione, la pulizia, la tenuta al fresco del cibo e tutto quello che viene. Quest’anno abbiamo inserito, soprattutto nella cottura dello stoccafisso tutto un nuovo sistema, abbiamo inserito delle nuove strutture di conservazione e di cottura.

Ci diamo da fare perchè il cibo è sempre più buono. Allo stoccafisso quest’anno è stato inserito, nel passaggio di consegna tra Guido Marchese un altro professore dell’alberghiero, collega di Bruno Gusco, che è Livio e che si prende la carica nel tempo di cuocere lo stoccafisso. I tempi crescono e siamo passati da un grande conoscitore dello stocco e dilettante, a due professionisti, nel quale uno poi si farà carico dell’organizzazione e della cottura dello stoccafisso. Questo è stato ed è un grande passo avanti per la professionalità dell’associazione”.

CLICCA QUI per il programma completo.

 
 
 
lanterisakyultimodesk